ORTOFRUTTA: VOLUMI DELL’EXPORT IN CALO

Nei primi due mesi del 2011, l’andamento dell’interscambio con l’estero ha evidenziato un leggero calo delle quantità esportate rispetto allo stesso periodo del 2010 (-2,3%), controbilanciate da un sostanziale aumento in termini di valore (+18,9%).

 

Le importazioni sono cresciute sia in quantità (+12,2%) che in valore (+30,9%). Il saldo di 232 milioni di euro è leggermente superiore a quello del 2010 (+0,4%).

 

Complessivamente nei primi due mesi del 2011 l’Italia ha esportato poco meno di 650.000 tonnellate, per un valore di circa 700 milioni di euro.

 

In termini di volume, si è registrata una flessione per tutti i comparti, mentre il risultato economico è stato negativo per agrumi (-10%) e frutta secca (-4,2%) e positivo per ortaggi (+15,8%) e frutta fresca (+33,7%).

 

 

Per quanto riguarda l’import, l’Italia ha importato circa 530.000 tonnellate di ortofrutticoli. Incremento in volume per tutti i comparti; anche in valore, il segno è positivo per tutti i comparti, ad eccezione degli agrumi (-2,3%).