ROMANO: VIA ALLO STATO DI EMERGENZA FITOSANITARIA

“E’ stato proclamato dal Consiglio dei Ministri, su mia proposta, lo stato di emergenza fitosanitaria. Il provvedimento riguarda patologie causate da una serie di parassiti che stanno mettendo a dura prova alcune nostre produzioni agricole. Ci coordineremo per potenziare la lotta contro questi agenti patogeni che hanno causato rilevanti danni alle nostre produzioni agricole”.

 

Con queste parole il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Saverio Romano ha commentato l’approvazione in Consiglio dei Ministri dello stato di emergenza fitosanitario per i danni provocati dai seguenti agenti patogeni: Anoplophora chinensis glabripennis, Rynchophorus ferrogineus (Oliver), Paysandisia archon, thaumetopoea pityocampa, megaplatypus mutatus, matsucoccus feytaudi, tetranychus evansi, bursaphelenchus xylophilus. I danni provocati dalla diffusione dei parassiti possono essere ingenti e di diversa natura. Alcune specie di insetti, Acari, Nematodi e Microrganismi patogeni introdotti accidentalmente nel nostro Paese da altre aree geografiche con il trasporto di mezzi e persone, non solo si sono acclimatati e diffusi con rapidità, ma hanno anche causato in anni gravi danni per le colture agrarie, gli ecosistemi forestali e il verde urbano, con pesanti ripercussioni, sia economiche che paesaggistiche. Nel caso delle palme, ad esempio (colpite dal punteruolo rosso), la forte diffusione dell’insetto sta portando ad un cambiamento del paesaggio in tutte le regioni interessate. Un altro insetto particolarmente dannoso è il Tarlo asiatico (Anoplophora chinensis), che si sta diffondendo in alcuni Comuni della Lombardia, del Lazio e del Veneto, colpendo diverse piante forestali come aceri, faggi, platani e pioppi, ma che potrebbe presto interessare anche molte altre specie, tra cui varie piante da frutto dei generi prunus, malus e citrus.