GUIDI: “FUCINO PENALIZZATO DA COSTI IN AUMENTO E PREZZI NON REMUNERATIVI”

“La Piana del Fucino è una splendida realtà orticola dove ci sono imprese innovative, che ampliano la gamma di prodotti, che sperimentano la quarta gamma, che vengono incontro alle molteplici esigenze dei consumatori; vedono però i propri ricavi compressi tra costi in aumento e prezzi all’origine non remunerativi e caratterizzati da forte volatilità”.

 

Lo ha sottolineato il presidente nazionale della Confagricoltura Mario Guidi (nella foto) ad un incontro promosso da Confagricoltura ed Anga (l’associazione dei Giovani Agricoltori) di Avezzano.

 

Il mese scorso il prezzo al consumo della frutta è aumentato del 7% ma – ha spiegato il presidente confederale – ai produttori è stata pagata il 7% in meno. C’è qualcosa che non quadra, per questo vado sostenendo che serve un intervento di riequilibrio all’interno della filiera alimentare. Le aziende agricole sono il perno del sistema produttivo, se si è d’accordo su questo tutto il resto è consequenziale”.

 

“La situazione di volatilità dei prezzi – ha posto in evidenza Guidi – si è fatta sentire fortemente anche a giugno a seguito dell’allarme E.Coli in Germania. Tutto il mercato dell’ortofrutta è stato completamente paralizzato con cali generalizzati degli ordinativi. Ed i conti delle aziende ortofrutticole sono peggiorati ulteriormente”.

 

“Va apprezzata la volontà del ministro Romano di intervenire in tempi rapidi per sostenere il nostro comparto ortofrutticolo che sopporta le conseguenze dell’incapacità della Germania a fronteggiare una situazione di allerta. Ma – ha concluso il presidente di Confagricoltura – i fondi messi a disposizione da Bruxelles appaiono irrisori. Si sono stanziati complessivamente 210 milioni di euro però le perdite per l’ortofrutticoltura europea, per il forte calo dei prezzi e delle vendite, vengono stimate di ben 400 milioni di euro la settimana. Per questo abbiamo chiesto una seconda serie di misure eccezionali di sostegno temporaneo da affiancare a quelle già previste”.