BRUNI A UE: “SERVE INTERVENTO STRAORDINARIO PER LA CRISI DELL’ORTOFRUTTA”

Nel suo intervento di oggi a Bruxelles in occasione del Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’UE, Paolo Bruni, presidente di Cogeca, ha invocato "la necessità di un intervento straordinario dell’Unione Europea a sostegno delle produzioni ortofrutticole, gravemente danneggiate dalle conseguenze dell’E. coli che ha innescato una pesante stagnazione dei consumi".

 

"A questi fattori si è aggiunto un enorme danno d’immagine per tutto il settore, alle prese con una delle più gravi crisi di tutti i tempi". “E’ indispensabile- precisa Bruni – che venga approvato rapidamente un secondo pacchetto di misure, aggiuntivo a quello di 210 milioni di euro stanziato dalla Commissione nello scorso Giugno".

 

“Il Copa Cogeca – continua Bruni – chiede che siano ammessi al sostegno tutti i prodotti ortofrutticoli che hanno subito un crollo di prezzo a causa della crisi dell’E-coli, ed in particolare l’erogazione di un pagamento di 30 euro ogni 100 chili di pesche e nettarine da aggiungersi agli importi massimi previsti per il ritiro del prodotto”.

 

“In questo momento drammatico per i produttori – conclude Bruni – occorre creare un sistema integrato con le attuali disposizioni vigenti, che permetta di compensare retroattivamente la differenza tra gli importi massimi del contributo dell’UE stabiliti nell’allegato 1 del Regolamento n. 585/2011 e i prezzi di vendita dei prodotti colpiti dalla crisi".

 

Alle richieste del presidente Bruni, il ministro polacco Marek Sawicki – nella sua veste di presidente di turno dell’UE – ha risposto dicendosi consapevole del grave problema ed impegnandosi a sostenere la richiesta in seno al Consiglio dei ministri. Bruni ha inoltre sollecitato il rilancio del regolamento relativo agli aiuti alimentari destinati agli indigenti, dossier che il presidente del Consiglio Sawicki intende portare in discussione nella sessione di Settembre del Consiglio dei ministri.

 

 

Nella foto, da sinistra: Gert Sonnleitner presidente del Copa, Marek Sawicki ministro polacco e presidente di turno dell’UE e Paolo Bruni presidente di Cogeca