TRASPORTI: SERVIZIO RO-RO GENOVA-ZARZIS (TUNISIA), LIBIA META FINALE

Domestica di Navigazione ha avviato un collegamento per rotabili e container tra il porto di Genova e quello di Zarzis (Tunisia). Il primo scalo a Genova è stato effettuato a inizio luglio, ma nelle prossime settimane il ro-ro Victoria VI diventerà un ospite fisso del terminal Messina. Connessioni stradali per la Libia. Il servizio è effettuato da un ro-ro.

 

Il roll on roll on è stato costruito nel 1980 in Croazia e di proprietà della compagnia danese Cargo-Link, dotato di 800 metri lineari di garage e capace di trasportare anche 240 teu, noleggiato dalla società Domestica di Navigazione di Trapani per effettuare un collegamento settimanale fra Genova e Zarzis, in Tunisia. Lo riporta un articolo di Trasporto Europa.

 

Umberto Lazzaretti, titolare della Casa di spedizioni pisana Sinergie, che rappresentata commercialmente la nuova compagnia di navigazione, ha spiegato le ragioni dell’iniziativa: "A giugno è stato raggiunto un interessante accordo tra Domestica di Navigazione, la direzione del porto di Zarzis, la direzione della Dogana, la direzione della Zona Franca di Zarzis, gli operatori portuali locali STAM e MSG e l’agenzia marittima tunisina STTAT. Dal momento che il porto di Zarzis si trova a circa 65 chilometri dal confine di Ras Jedir con la Libia (Sinergie offriva un servizio regolare fra Italia e Libia, bloccato dalla guerra, ndr), lo scopo è facilitare il transito delle merci verso questo Paese e di creare al contempo un polo logistico di manipolazione e smistamento delle merci stesse".

 

Il servizio potrebbe dunque risultare interessante anche per le industrie collocate nel sud della Tunisia, per le quali il collegamento sarà una valida alternativa alle linee ro-ro e contenitori che attualmente scalano Rades. Secondo Lazzaretti, sono numerosi i vantaggi di una linea con Zarzis: "La presenza della zona franca e di ampie aree di piazzali recintati e sorvegliati nonché di magazzini coperti per circa 15mila metri quadrati consente la tranquilla esecuzione di tutte le operazioni di transito e trasbordo, tanto per le autovetture quanto per i contenitori della linea e di proprietà di altre compagnie che servivano regolarmente i porti libici", sottolinea il numero uno di Sinergie.

 

I contenitori propri e di terzi, infatti, potranno essere svuotati nei magazzini e le merci reimbarcate sui camion libici che fanno la spola tra Zarzis e Tripoli. E lo stesso vale per i semirimorchi refrigerati, che potranno proseguire per la Libia o essere trasbordati su altri trailer libici. Il veloce rientro dei vuoti su Genova è assicurato dalla rapidità delle operazioni portuali a Zarzis e dalla cadenza settimanale del servizio di Domestica. A fine luglio la compagnia, che opera in joint venture con un operatore maltese, farà partire anche un collegamento settimanale fra il Pireo e Zarzis.

 

 

In questo periodo, come sottolinea l’Ansa, il porto di Zarzis sta registrando una grande attività, dal momento che è destinazione di carichi, soprattutto di generi alimentari (riso, farina, soia, malto, banane), provenienti da diversi Paesi, come la Russia. Il volume degli scambi con la Libia, secondo una stima della Tap, è in progressiva crescita e andrebbe a sommarsi a quello tradizionale di Zarzis, che nel primo semestre del 2011 ha fatto registrare il movimento di 512 mila tonnellare di merce.