CALABRIA, TREMATERRA PROPONE A ROMANO DI ELEVARE I LIMITI DI RITIRO DEL PRODOTTO

L’assessore all’Agricoltura della Regione Calabria, Michele Trematerra (nella foto), in merito alla crisi del settore ortofrutticolo che sta investendo gran parte delle produzioni italiane, senza escludere quelle situate nella Piana di Sibari, ha affermato che sono state proposte al Ministro ed al coordinatore della Conferenza Stato Regioni in tema di agricoltura delle possibili soluzioni.

 

‘Siamo ‘coscienti che – dice Trematerra – il problema rischia di travolgere le aziende ortofrutticole di una delle più importanti zone agricole calabresi. Siamo assolutamente consapevoli – aggiunge – delle difficolta’ attraversate dal settore ortofrutticolo, in particolare della Piana di Sibari, dove si concentra la produzione di pesche, nettarine e percoche, con 2400-2500 ettari, cosi come di altri ortaggi estivi. Proprio per questo, coadiuvati dal ruolo fattivo delle organizzazioni professionali agricole, Confagricoltura, Cia, Coldiretti e Copagri, ci siamo rivolti al Ministro dell’Agricoltura e alla Conferenza Stato Regioni”.

 

”Abbiamo suggerito interventi concreti come – dice Trematerra – ad esempio, quello di elevare i limiti del ritiro di prodotto attraverso le misure di crisi del Piani Operativi delle Organizzazioni dei produttori ad un dato maggiormente significativo dell’attuale, cosa del resto gia’ avvenuta durante il periodo di intervento straordinario per E. Coli”.