CRISI BATTERIO KILLER, GUIDI: “FACCIAMO CONOSCERE IL VERO VOLTO DELL’ORTOFRUTTA”

"Sul batterio E. Coli in Germania c’è stato un enorme errore di comunicazione; si è ‘sparato’ a casaccio su cetrioli, insalate e l’ortofrutta in generale, con conseguenze disastrose: perdita della fiducia dei consumatori, blocco di tutti i prodotti ortofrutticoli alle frontiere dei Paesi in cui esportiamo, crollo vertiginoso dei prezzi".

 

"Valutiamo positivamente che alla cattiva comunicazione la Commissione Ue voglia rispondere con la buona informazione, finanziando ora una campagna promozionale per spiegare il sistema qualitativo, la sicurezza e la tracciabilità nella produzione di frutta e verdura".

 

Lo ha detto il presidente nazionale di Confagricoltura Mario Guidi (nella foto) intervenendo a Palermo al consiglio direttivo dell’Organizzazione siciliana.

 

"Quella della campagna di informazione e sensibilizzazione europea è una buona idea che va assolutamente colta nell’interesse dei consumatori disorientati, ma anche per dare rinnovati stimoli agli agricoltori sfiduciati – ha proseguito il presidente Guidi. Non dimentichiamo che i prezzi in un anno sono calati del 20% per la frutta e del 22% per gli ortaggi ed i legumi, e continuano a diminuire".

 

"Anche la Sicilia ortofrutticola deve cogliere la chance prevista dalle iniziative promozionali per far meglio conoscere le proprie produzioni, dalle arance ai pomodori Pachino – ha sottolineato Guidi ai dirigenti dell’Organizzazione. Le aziende isolane producono con impegno, con alti costi produttivi e di trasporto aggravati dalla distanza dai mercati esteri. Il danno d’immagine subito va riparato".

 

"Al di là della promozione è fondamentale l’educazione al consumo che – ha concluso il presidente della Confagricoltura – deve essere uno degli obiettivi di ogni Paese ad economia avanzata, soprattutto di quelli che hanno un patrimonio alimentare inestimabile come il nostro. Va inserita nei programmi scolastici".