FRUTTA NELLE SCUOLE, FRESHFEL: NO AL TAGLIO DEL BUDGET

Freshfel critica il taglio del 30% al budget relativo al Programma Europeo Frutta nelle Scuole ritenendolo del tutto inaccettabile. Secondo l’organizzazione, la posizione degli Stati membri, che hanno deciso di ridurre da 90 a 64 i milioni di euro da destinarsi al progetto, lancia un segnale completamente sbagliato al settore e ai consumatori.

 

Soprattutto all’indomani della recente epidemia di E.coli che ha intaccato l’immagine dell’ortofrutta. La decisione genera infatti confusione ai cittadini europei – si legge nel comunicato stampa rilasciato  dall’organizzazione – e dimostra un’imbarazzante lacuna nello sviluppo di politiche coerenti per il settore ortofrutticolo.

Philippe Binard, delegato generale di Freshfel Europe, ha commentato: "Il taglio del budget è più che sorprendente. Non è soltanto un colpo devastante per il settore, ma anche per tutti coloro che sono interessati alla salute pubblica. Tagliare il budget adesso significa fermare lo sviluppo del programma e danneggiare duramente l’impatto positivo che lo stesso ha nel lungo-termine".


Ramon Rey, Presidente di Freshfel Europe, rincara la dose: "Migliaia di bambini troveranno un ulteriore ostacolo nella scoperta del gusto dell’ortofrutta e del piacere di mangiarla. Le autorità pubbliche dovrebbero impegnarsi in progetti ambiziosi e non cercare di rallentare un programma che è a buon punto. Il Parlamento Europeo deve assumersi ora le proprie responsabilità nei confronti dei cittadini europei e fare tutto il possibile per salvare il programma".