MELA SHINANO GOLD IN ALTO ADIGE: DELEGAZIONE GIAPPONESE A LAIMBURG

In vista dell’introduzione in suolo altoatesino della mela "Shinano Gold" una delegazione dalla regione di Nagano, guidata dal prefetto Shuichi Abe è stata in visita in Alto Adige. Domenica 11 settembre gli ospiti giapponesi sono stati ricevuti dal presidente della Provincia Luis Durnwalder nella Cantina nella roccia "Felsenkeller" al Centro di sperimentazione "Laimburg" a Vadena.

 

Nell’ambito dell’incontro argomenti in discussione sono stati la coltura delle mele, che accomuna l’Alto Adige e la regione di Nagano e l’attività di ricerca del Centro di sperimentazione "Laimburg". A tal riguardo il presidente Durnwalder ha sottolineato il ruolo importante svolto dall’agricoltura a salvaguardia del tipico paesaggio alpino. 

Si è parlato, inoltre, dei test che il Centro di sperimetazione, sotto la guida dell’esperto pomologo Walter Guerra, sta eseguendo per verificare il grado di adattabilità al territorio locale della mela "Shinano Gold" prodotto nella zona di Nagano. La sperimentazione sembra dare risultati incoraggianti; essa era stata avviata già nel 2007, quando i consorzi frutticoli VOG e VI.P erano riusciti ad assicurarsi i diritti esclusivi di licenza di piantare in Alto Adige, quale unico territorio in Europa, la mela giapponese al fine di sviluppare nuoi assortimenti fuori dal Giappone.

La mela "Shinano Gold" è una mela gialla particolarmente succosa e croccante dall’ottimo sapore e potrebbe costituire una possibile integrazione per la "Golden Delicious".

Per gli inizi del 2012 si concluderà la fase delle sperimentazioni e quindi si potrà valutare le possibilità di sfruttamento commerciale della mela giapponese a livello europeo.

I rappresentanti dei frutticoltori altoatesini, del Consorzio per l’individuazione di nuove varietà di mela e del Centro di sperimentazione "Laimburg" ed i membri della delegazione giapponese sottolineando la buona collabaorazione che intercorre fra le parti hanno espresso la volontà di proseguirla in futuro.
Il Centro di sperimentazione "Laimburg" sta testando circa 200 nuove varietà di mele da tutto il mondo.

 

 

Nella foto il presidente Luis Durnwalder (a destra) con il prefetto di Nagano Shuichi Abe (FOTO: USP/A.Pertl)