FOTOVOLTAICO: A GELA SERRE PRODUCONO ENERGIA E ORTAGGI

Il Polo agro energetico che sorgerà a Gela (Sicilia) metterà insieme agricoltura e produzione di energia elettrica. Per questo progetto il comune siciliano ha approvato un protocollo di intesa con la Cooperativa Agro Verde, che ha già ottenuto da Terna le autorizzazioni per le opere di connessione alla rete. Sarà invece il gruppo Pramac a realizzare l’impianto fotovoltaico.

 

 

Si tratta di un sistema basato sui moduli a film sottile, forniti dalla società controllata Pramac Swiss. Il valore dell’intera commessa è attualmente stimato in circa 280 milioni di euro e prevede di integrare i pannelli fotovoltaici su serre di ultima generazione, che si estenderanno su una superficie agricola di 230 ettari di terreno attualmente incolto, in modo da creare un impianto con una potenza complessiva di circa 80 Megawatt. L’iniziativa rappresenta un esempio di collaborazione tra pubblico e privato con la creazione di posti di lavoro in una zona ad alto tasso di disoccupazione. Il Polo agro energetico sorgerà su un’area non interessata da vincoli di tutela del paesaggio. In ogni caso è previsto un recupero delle aree perimetrali, che verranno armonizzate con il contesto circostante. L’aspetto più importante però è che in questo caso il fotovoltaico non sostituisce l’agricoltura, ma si allea alle coltivazioni di ortaggi associando le due produzioni. L’Accordo quadro fra Pramac e la Cooperativa Agro Verde è condizionato dall’ottenimento, da parte del committente, del finanziamento necessario per la realizzazione dell’opera, entro il 30 giugno 2012.