IMBALLAGGI: CARTONI ONDULATI E VASSOI DI PLASTICA A CONFRONTO

Cartone Ondulé de France (COF), federazione francese dei produttori di imballaggio in cartone ondulato, ha presentato i risultati dei test di analisi del ciclo di vita confrontando monouso riciclabili cartone ondulato per frutta e verdura con vassoi di plastica riutilizzabili. Sono stati studiati i casi di alcuni prodotti come funghi, melone e cicoria.

 

Secondo il presidente del COF, Jean-Marie Paultes, il cartone ondulato ha vantaggi significavi su cui puntare in termini di promozione, comunicazione, logistica e igiene. Lo studio ha evidenziato che i diversi impatti ambientali delle due soluzioni erano molto simili e limitata in entrambi i casi.

Il prezzo di acquisto di vassoi di cartone ondulato si è rivelato essere più conveniente che affittare vassoi di plastica, che costano da 0,20euro a 0,40 euro euro in più per unità consegnate. Nel caso della cicoria, un vassoio di cartone ondulato costa1,29 euro rispetto a 1,58 euro per un vassoio di plastica. Il costo aggiuntivo per 200.000 tonnellate di cicoria è pari a 8.50 milioni di euro.

Un vassoio di cartone ondulato costa 1,44 euro per il melone di euro rispetto ai 1,53 euro per un vassoio di plastica. Per i funghi, queste cifre sono pari a 1,23 euro e 1,46 euro rispettivamente. I produttori hanno denunciato le condizioni in cui sono imposti ad utilizzare i vassoi di plastica dai supermercati e ipermercati.

Légumes de France ha detto che produttori vogliono avere la possibilità di scegliere l’imballaggio, sottolineando che la plastica non è affatto adattato alla cicoria mentre la volatilità del costo della carta riciclata e cartone rimane un problema.

Paultes ha invitato il settore a mobilitarsi al fine di rendere i prezzi più stabili. Il mercato delle scatole in cartone per ortofrutta vale il 20% delle attività del settore cartone ondulato. Nel 2010 in Francia, l’industria ha registrato vendite pari a 2.60 miliardi di euro, generato da 18 aziende e 11.000 dipendenti.