MELE, MISTERO PREZZI IN GERMANIA: VARIETÀ O NEGOZIO NON CONTANO, PRODOTTO SEMPRE A 1,99 EURO AL CHILO

Una volta si potevano comprare le mele solo dopo il raccolto. Oggi no: che sia autunno, inverno, estate, il loro frutto più amato i tedeschi lo possono avere sempre, e nelle differenti varietà. Non però a prezzi diversi. Al contrario. Chi, munito di sacchetto, lo riempie di mele pescate nelle varie cassette del reparto ortofrutta, quasi sempre le paga 1,99 euro al chilo.

A prescindere dal tipo, dalla stagione, addirittura dal supermercato. E’ stata l’associazione dei consumatori del Nordreno-Vestfalia a imbattersi in questo "singolare sistema di prezzo unitario", dopo aver visitato i negozi di cinque catene distributive: Real, Netto, Rewe, Kaufland, Kaiser’s.

"Quasi sempre un sacchetto di mele sciolte costa 1.99 euro", dicono. E senza che si possa conoscerne la provenienza – potrebbero essere mele locali o invece esotiche. L’esempio di Real: la mela domestica Elstar, una Granny Smith dall’Italia, la Pink Lady dalla Francia: tutte costano 1,99 euro. Stessa cosa da Kaufland: dieci varietà, un unico prezzo. Eppure l’autunno scorso il raccolto è stato buono in Germania e i prezzi all’origine erano bassi, spiega l’associazione.

Ma i clienti dei supermercati non ne beneficiano se comprano le mele sciolte. Per accorgersi delle differenze bisogna andare in altri negozi oppure nei mercatini rionali. Al supermercato la differenza di prezzo c’è solo se le mele sono preconfezionate. Ed è proprio lì che si scioglie il rebus del prezzo unico. Succede infatti che, per facilitare il cliente, la bilancia abbia un unico tasto per le mele sciolte (evidentemente quelle col prezzo della qualità più costosa); la conseguenza è che un chilo di mele già impacchettate costi anche il 25% in meno della stessa varietà comprata sciolta. Insomma, il consiglio dell’associazione è di guardarsi intorno e di non limitarsi a fare la spesa al supermercato. (fonte: portalino.it)