MATTEO CASADIO (SAPIR) NOMINATO PRESIDENTE DI TCR RAVENNA

Il presidente di SAPIR Ravenna (nominato nel giugno 2011), Matteo Casadio (nella foto), ha ora assunto la presidenza anche di TCR Terminal Container Ravenna, in rappresentanza di uno dei due soci della joint venture, mentre l’altro socio, LSCT La Spezia Container Terminal (Contship Italia), mette al posto di vicepresidente Marco Simonetti, amministratore delegato della società spezzina.

Nel Cda, in rappresentanza di Sapir, oltre a Casadio, entrano l’Amministratore Delegato Roberto Rubboli e Luisa Babini mentre, in quota Contship, oltre a Simonetti, sono Cecilia Battistello e Sebastiano Grasso (Sogemar).

Casadio così va a sostituire Luciano Valbonesi (figura ‘storica’ della portualità ravennate, già console della Portuale e poi presidente di SAPIR). Ma pare già assodato – secondo quanto si vocifera anche negli ambienti portuali – che nei prossimi mesi il consigliere Luisa Babini potrebbe diventare il nuovo numero uno di TCR. L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio consuntivo 2011 che, dal punto di vista commerciale, ha visto una movimentazione di 198.410 teus, con un aumento di 24.337 teus rispetto al 2010.

Dal punto di vista economico, TCR ha realizzato un utile di 3.090.881 euro, per la soddisfazione degli azionisti, che hanno ringraziato l’uscente Valbonesi e il direttore generale, Milena Fico. Notizie meno confortanti giungono, invece, dal primo scorcio di 2012: il traffico delle merci in container durante i primi tre mesi dell’anno ha fatto rilevare una flessione dell’8%, malgrado il positivo risultato di marzo (+11 %) abbia consentito di superare la quota di 50.000 TEUs a fine trimestre. (fonte: ship2shore.it)