CONFAGRI: “NEL CARRELLO DELLA SPESA SOLO ORTOFRUTTA RESTA A BUON MERCATO”

"Mentre i prezzi al consumo nel loro complesso restano al livello record del 3,3% ad aprile 2012 su aprile 2011, quelli della verdura aumentano solo dello 0,2% ad aprile 2012 su aprile 2011 (con una diminuzione di ben il 4,7% ad aprile rispetto a marzo)". Lo sottolinea Confagricoltura sulla base dei dati Istat provvisori relativi al tasso di inflazione ad aprile.

Nel loro complesso, i prodotti alimentari sono aumentati del 2,4% a livello tendenziale, ma quelli non lavorati dell’1,3%. Nel "carrello della spesa" (cioè l’insieme dei prodotti acquistati con maggiore frequenza nell’ultimo mese, che registra + 4,7%) restano a buon mercato – osserva Confagricoltura – la frutta (-3% in termini tendenziali), la verdura (+0,2% su base annua, ma con un calo congiunturale del 4,7%) e gli altri prodotti agricoli. Tra gli incrementi congiunturali degli alimentari allo stato fresco c’è stato quello delle carni ovicaprine (+1,7%) anche perché nel periodo pasquale c’era una maggiore richiesta; finita la festa, però, restano tutte le criticità del comparto.

Conclude Confagricoltura: "L’agricoltura continua a dare un contributo al contenimento dell’inflazione, anche se i produttori vedono aumentare notevolmente i costi aziendali, in primo luogo quelli del gasolio (+20,5% su base annua), e non riescono a far quadrare i conti".