VOUCHER, MARINI: “INSUFFICIENTE”. GUIDI: “PASSI AVANTI MA NON SNATURIAMOLI”

"La riformulazione dell’emendamento sui voucher nell’ambito della riforma sul lavoro così come è scritta è insufficiente". Così Sergio Marini, presidente della Coldiretti, ha commentato il prossimo esame da parte della commissione lavoro del Senato di una versione riformulata dell’emendamento sui voucher in agricoltura.

Marini ha manifestato con un migliaio di agricoltori, studenti e pensionati in piazza davanti al Senato per il mantenimento dei voucher. Il presidente della Coldiretti ha sottolineato l’importanza di una convocazione delle parti agricole da parte del ministro del Lavoro Elsa Fornero, ricordando "le rappresentanze delle imprese agricole sono state le uniche ad essere escluse dal tavolo di confronto durante l’iter di definizione del disegno di legge sulla riforma sul lavoro".

L’emendamento al Ddl Lavoro sui voucher, all’esame al Senato, non convince del tutto neanche Confagricoltura anche se, a suo avviso, "sono stati fatti passi avanti". Secondo il presidente della Confagricoltura Mario Guidi il buono orario "finisce per snaturare la logica dei voucher". "Si è sempre sostenuto – sostiene il presidente di Confagricoltura – che il lavoro da effettuare, dietro erogazione dei voucher, deve essere meramente occasionale e molto semplice nella sua gestione. In questo modo si finisce invece per rendere eccessivamente onerosa la prestazione occasionale e di complessa gestione amministrativa".