INFLAZIONE, CONFAGRICOLTURA: “FRUTTA E ORTAGGI RAFFREDDANO IL CAROVITA”

“Mentre i prezzi al consumo nel loro complesso continuano a crescere con un trend del 3,2% a maggio 2012 su maggio 2011, quelli della verdura diminuiscono dell’1,7% su base annua (-3,3% rispetto ad aprile)”. Lo sottolinea Confagricoltura sulla base dei dati Istat provvisori dell’inflazione a maggio. Gli alimentari non lavorati nel loro complesso aumentano dello 0,9% su base annua.

Un incremento a fronte di un aumento dell’indice generale del 3,2%. Nel "carrello della spesa" (cioè l’insieme dei prodotti acquistati con maggiore frequenza nell’ultimo mese, che registra + 4,3%) restano a buon mercato – osserva Confagricoltura – la frutta (-3,4% in termini tendenziali), la verdura (-1,7%) e gli altri prodotti agricoli.

Conclude l’associazione: “L’agricoltura continua a dare un contributo al contenimento dell’inflazione, anche se i produttori vedano lievitare notevolmente i costi aziendali, in primo luogo per i prodotti energetici (+15,2% su base annua), ma anche concimi e mangimi, non riuscendo a far quadrare i conti”.