NEL PADOVANO LA GRANDINE COLPISCE COLTIVAZIONI DI PESCHE TARDIVE

Nella Bassa Padovana, dopo la siccità, situazione comune a quasi tutta la Penisola, è arrivata la grandine. La settimana scorsa diverse coltivazioni di frutteti, in particolar modo peschi, sono state colpite dalla grandine. La tempesta ha investito anche la zona di Monselice arrivando fino a San Bortolo e Santa Cosma, quindi a Pernumia, San Pietro Viminario e Cartura.

Danneggiate soprattutto le varietà tardive di pesche non ancora raccolte e non protette con le reti anti grandine, così come le mele e le pere. Dove la grandine è caduta con violenza l’intero raccolto è andato distrutto. La notizia è riportata dal Mattino di Padova.