PIÙ FRUTTA NELLE BIBITE, GARDINI SODDISFATTO: “SPERIAMO NE TRAGGA GIOVAMENTO IL COMPARTO AGRUMICOLO”

“Accogliamo con molta soddisfazione la decisione di innalzare il contenuto di succo naturale di frutta dal 12 al 20 per cento nelle bevande analcoliche assunta ieri dal Governo (news). Si tratta di una decisione che arrecherà indubbi benefici sia ai consumatori sia alla filiera produttiva italiana”. Questo il commento del presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini (nella foto).

Gardini, a nome dell’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, commenta la novità introdotta nel Decreto sulla Sanità il cui testo è stato approvato ieri sera dopo una riunione-fiume del Consiglio dei Ministri.

L’Alleanza delle Cooperative ricorda come l’aumento della percentuale di frutta, che di fatto cancella e supera una norma risalente a circa 50 anni fa (Decreto del Presidente della Repubblica del 19 maggio 1958, n. 719), “è una richiesta sollecitata da anni dalle organizzazioni agricole cooperative”. Ora, conclude Gardini, “auspichiamo che in particolare il comparto agrumicolo del nostro Paese possa trovare giovamento dalla nuova norma”.