PIÙ FRUTTA NELLE BIBITE, CCPB: “LA PERCENTUALE POTREBBE AUMENTARE ANCORA”

CCPB srl plaude al nuovo Decreto Salute approvato in settimana dal Consiglio dei Ministri (leggi news). "Riteniamo sia positivo che le bevande che riportano la dicitura “succo di frutta”, debbano contenere una percentuale di succo naturale almeno del 20 per cento, e non più del 12 per cento come finora. A nostro avviso la percentuale potrebbe aumentare ulteriormente".

"Non sarebbe corretto mettere sul mercato un prodotto è a base di frutta con questa denominazione se la sua composizione principale è acqua, zucchero o altri componenti. Ben vengano provvedimenti simili. Dal nostro punto di vista ci auguriamo infine che la frutta sia biologica, faremmo così un servizio ancora migliore al nostro Paese e all’ambiente".