BATTELLI REPLICA A BRAGANTINI: “L’OI PRONTO A RIPARTIRE”

“Sappiamo che la reputazione dell’Oi nazionale non è stata delle migliori. Nel tempo è stato creato un circolo non virtuoso con pochi accordi e gestiti male dalla pubblica amministrazione. Oggi stiamo lavorando per ricomporre l’organismo e rilanciarlo”. Nazario Battelli (nella foto), presidente di Ortofrutta Italia, replica così a Danila Bragantini, contraria all’Oi.

La vicepresidente di Fruitimprese in un’intervista al Corriere Ortofrutticolo ha affermato che l’organismo interprofessionale non funziona (leggi news).

Battelli, presidente da giugno di Ortofrutta Italia, pur ammettendo le difficoltà del passato annuncia come “oggi la base associativa dell’Oi si sia ricompattata, con il fine di valorizzare la filiera. Siamo convinti – aggiunge il neo presidente dell’Oi nazionale – che l’organismo interprofessionale possa dare un valido contributo al settore e non essere una pesante sovrastruttura che invece di semplificare i processi li appesantisca. E di certo i suoi componenti non sono alla ricerca di un posto al sole ma intendono lavorare per il bene del comparto ortofrutticolo”.

Nell’intervista rilasciata al Corriere Ortofrutitcolo Bragantini ha affermato che l’Oi nazionale ha al proprio interno organismi con interessi troppo contrastanti tra loro. Su questo punto Battelli replica sottolineando come “l’Oi proprio per essere riconosciuto deve rappresentare i diversi interessi delle varie componenti. Ed su questo punto che l’organismo interprofessionale deve dare il suo prezioso contributo”. E.Z.)

 

Copyright CorriereOrtofrutticolo.it sul testo utilizzabile solo citando la fonte: www.corriereortofrutticolo.it