AL MERCATO DI LUSIA TORNA IL SERENO: OFFERTA IN AUMENTO

TOrna il sereno al mercato di Lusia (Rovigo). Finalmente, dopo mesi di pioggia e freddo, con giugno è iniziata la bella stagione con giornate soleggiate e ottimo clima che hanno permesso la ripresa delle normali operazioni in campagna. Dalla metà del mese si è notato un consistente aumento dell’offerta di prodotti ortofrutticoli rispetto il mese precedente.

Tuttavia il trend rimane ancora leggermente sottotono rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. La domanda per tutto il periodo in oggetto è stata interessata ma non più disposta ad acquistare ai prezzi elevati registrati nel mese di maggio. Quasi tutti i prodotti sono stati quotati con prezzi in flessione di 20/50 centesimi il chilogrammo rispetto alle quotazioni di maggio, ma ancora positivi nei confronti dei prezzi realizzati a giugno 2012. La maggioranza dei prodotti ortofrutticoli commercializzati in mercato si presentava di ottima qualità con un accurato confezionamento. Solo una piccola percentuale mostrava leggeri difetti qualitativi causati dalle avverse condizioni meteo del mese precedente.

Scendendo nel dettaglio, l’andamento economico dei principali prodotti commercializzati in mercato si può cosi riassumere: continua la fase negativa per l’aglio. Anche nel corrente mese si registra un calo quantitativo e un leggero rialzo del prezzo di vendita sia per il tipo in grappolo sia per l’aglio novello verde in mazzo. Nell’arco del mese sono state in continuo amento le quantità conferite per la barba del frate, per le barbabietole rosse e per la bianca di Milano. Tutti i tre prodotti hanno realizzato delle buone quotazioni. Ottimo giugno per la bieta da costa, la quale ha registrato quotazioni eccezionali. E’ sempre stata molto richiesta dalla domanda. Anche il tipo da taglio ha realizzato prezzi in aumento e superiori a quelli di giugno 2012.

Prezzi sostenuti pure per le carote con foglia e per le defogliate. Si registra un leggero calo quantitativo per il tipo con foglia, mentre i volumi commercializzati per il tipo defogliato sono stati in aumento. Questo fenomeno si spiega con l’ondata di maltempo registrato nei mesi scorsi che ha provocato ingiallimento e marciume alle foglie. Pertanto molte carote sono state conferite prive della parte verde. Performance più che positiva per la catalogna nella prima parte del mese con aumento dei volumi e del prezzo medio di vendita. Forte calo delle quotazioni negli ultimi dieci giorni. Mercato positivo per tutto il comparto dei cavolfiori e dei cavoli. Le quotazioni sono state ottime e sempre superiori a quelle realizzate a giugno 2012, cedendo solo verso la fine del mese di circa 20/30 centesimi il chilogrammo.

A livello quantitativo si evidenzia un aumento di tutti i prodotti ad eccezione dei cavoli verza che hanno registrato un consistente ridimensionamento. Con il mese in oggetto è iniziata la presenza in mercato dei cetrioli. Buoni i prezzi di vendita mentre in calo sono stati i volumi transitati. E’ iniziata la stagione anche per i fagioli e i fagiolini. Le poche quantità conferite dovute al maltempo hanno realizzato delle interessanti quotazioni. Continua l’ottima richiesta di finocchi. Le quantità immesse sul mercato sono state in linea con quelle di giugno 2012 con quotazioni soddisfacenti. Dopo la scarsa offerta di lattughe a maggio, con giugno le quantità conferite sono state in forte aumento raggiungendo i normali volumi per il mese. La domanda è sempre stata dinamica favorendo un interessante prezzo di vendita. Verso fine mese con un ulteriore aumento dei volumi, le quotazioni hanno ceduto dai 30 ai 50 centesimi secondo la tipologia.

Ottimo avvio commerciale per le patate lunghe, rosse e tonde. Quotazioni sempre sostenute grazie ad una buona domanda e favorite da un calo produttivo per tutte le varietà. Il porro è stato uno dei pochi prodotti che ha risentito maggiormente dell’andamento climatico instabile dei mesi precedenti. Infatti, le quantità commercializzate sono risultate in flessione di oltre il 50% rispetto a quelle di giugno 2012, mentre le quotazioni sono state in linea con quelle registrate nello stesso periodo dello scorso anno. Prezzi in ribasso per il prezzemolo rispetto il mese precedente ma più che raddoppiati nei confronti di giugno 2012. In leggero calo i volumi commercializzati.

Continua l’ottimo periodo per tutte le tipologie di radicchio. Domanda attiva, quotazioni elevate e discrete quantità di prodotto, queste sono state le caratteristiche che hanno contraddistinto il prodotto. Buona la presenza del sedano e degli spinaci. Le quotazioni per i due prodotti sono state più che soddisfacenti, mentre si riscontra un calo produttivo per gli zucchini che ha fatto riscontro un ottimo prezzo di vendita. Continua la buona performance per la frutta. Kiwi, mele, pere, cocomeri e pesche hanno realizzato dei prezzi interessanti. L’offerta è risultata in linea con quella di giugno scorso.