IL CSO SIGLA A MOSCA UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON AGAP/PERÙ

Il Presidente di CSO Paolo Bruni e il Presidente di AGAP Carlos Enrique Camet hanno siglato a Mosca, presso lo Stand CSO, un accordo che si pone l’obiettivo di incentivare e consolidare i rapporti commerciali tra Italia e Peru.

 

L’attività di sinergia tra CSO e AGAP prevedrà lo scambio di informazioni statistiche relative alle produzioni ortofrutticole locali e prevedrà che le due realtà siano reciproco punto di riferimento per supportare missioni commerciali, favorire l’incontro di potenziali nuovi partner e scambiare informazioni relative alle attività di ogni singolo associato.

"Si tratta di un ulteriore passo avanti – dichiara Paolo Bruni – nella direzione dell’internazionalizzazione che rappresenta per CSO uno degli asset strategici più importanti per il prossimo triennio". Il Presidente di AGAP Carlos Camet sottolinea: "Ritengo molto importante questo accordo che consentirà di creare sinergie tra i nostri due Paesi. Ho intenzione di venire in Italia subito dopo Fruit Logistica per conoscere meglio le vostre realtà e poter così instaurare un rapporto solido e duraturo".

AGAP è l’Associazione più rappresentativa del Perù in quanto raggruppa i 5 principali GREMIOS, associazioni dei produttori peruviani di: mango, asparagi, uva, avocado e agrumi. Il Perù oggi rappresenta un potenziale mercato per l’offerta italiana ed un importante bacino produttivo per frutta e ortaggi oltre che un mercato di sbocco per le tecnologie ortofrutticole Made in Italy.

 

Nella foto: da sinistra, Federico Milanese (Resp. Internazionalizzazione CSO), Paolo Bruni (Presidente CSO), Carlos Enrique Camet (Presidente AGAP), Ana Maria Deustea (Direttrice AGAP).