PERE ITALIANE NEGLI USA: IL PRODOTTO PARTIRÀ DA SEI STABILIMENTI EMILIANI

Saranno sei gli stabilimenti da cui partiranno le pere italiane alle volta degli Stati Uniti. I sei siti prescelti per l’invio del prodotto negli Usa sono nel Ferrarese e nel Modenese. Nello specifico sono quelli di Salvi e Mazzoni, entrambi a Ferrara, di Patfrut a Monestirolo (provincia di Ferrara), di Apofruit a Vignola (provincia di Modena).

A queste si aggiungono gli stabilimenti di Agrintesa a Castelfranco Emilia (Modena) e di Fruit Modena Group a Campo Galliano (Modena).

I quantitativi ufficiali non sono ancora stati resi noti, anche se è assai probabile che i volumi saranno minimi. Si tratta infatti di un primo invio sperimentale realizzato per aprire il mercato a stelle e strisce, rimasto finora invalicabile, e testare così l’inesplorato mercato statunitense.

La merce entro la fine di settembre salperà via nave (probabilmente o dal porto di Genova o di Livorno) alla volta della costa orientale degli Usa alla volta di New York. Il coordinamento delle operazioni per quanto riguarda l’apertura del mercato Usa per le pere è stato effettuato dal Cso, Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara. (E.Z.)

 

Sull’argomento leggi anche:

Mele e pere italiane negli Usa, firmato piano operativo tra aphis e mipaaf

 

 

Copyright sul testo, utilizzabile solo citando la fonte: www.corriereortofrutticolo.it