POMODORO DI PACHINO-RADICCHIO DI CHIOGGIA, PATTO TRA CONSORZI SU PROMOZIONE E TUTELA

La distanza territoriale non pone barriere, anzi, a volte crea nuove sinergie. E`il caso del Consorzio di tuela del Pomodoro di Pachino Igp e di quello del Radicchio di Chioggia Igp che questa mattina a Fruit Logistica hanno ufficializzato una partnership strategica per valorizzare meglio le rispettive produzioni con azioni di promozione condivise.

"Nonostante i 1.400 chilometri che ci separano abbiamo capito che avevamo problemi, esigenze e difficolta´ comuni – spiega Massimo Pavan, vicepresidente del Consorzio siciliano -. Cosi´abbiamo deciso di unire le forze e portare avanti in maniera condivisa due aspetti della nostra mission: da una parte la promozione e dall`altra la tutela del prodotto". Nella pratica questo significhera´da una parte organizzazione di eventi comuni per i due ortaggi e dall`altra controlli contemporanei sia per il pomodorodi Pachino Igp che per il radicchio di Chioggia Igp nei punti vendita.

"Questo – chiarisce Pavan – avverra´attraverso un interscambio di agenti controllori che verificheranno nella grande distribuzione la corretta tutela del marchio Igp e il mantenimento della qualita´del prodotto. L`Italia e` il primo Paese per numero di Dop e Igp ma il consumatore non los a. La leva del prezzo a gioco lungo e´uno strumento perdente. Bisogna puntare di piu´sulla qualita´e sulle valorizzazioni e le relative sinergie. Questo credo sia un esempio illuminante".

"Si tratta inoltre di un punto di partenza per abbattere i costi", aggiunge Sebastiano Fortunato, presidente del consorzio siciliano. Per Giuseppe Boscolo Palo, presidente del Consorzio di Tutela del Radicchio di Chioggia Igp, l`intesa "non sara´simbolica ma pienamente operativa. Sara´il viatico per creare nuove opportunita´commerciali per entrambi i prodotti, anche se questo non attraverso il consorzio che pero´attraverso questa azione dara´nuovi stimoli alle stesse aziende magari per porre le basi per creare consorzi commerciali ad hoc“. Il progetto sara´attivato gia´nelle prossime settimane e se avra´successo non e´escluso che verra´aperto ad altri prodotti.

Emanuele Zanini

Berlino

 

Nella foto, da sinistra: Massimo Pavan, Giuseppe Boscolo Palo e Sebastiano Fortunato