più SICURi CON LINDE SPEED-ASSIST

Il passaggio tra le aree interne ed esterne dei centri di logistica e dei capannoni produttivi rappresenta solitamente una zona critica per la sicurezza. All’esterno, i conducenti dei carrelli elevatori accelerano rapidamente il proprio veicolo per farlo procedere alla velocità massima. Al ritorno, dovrebbero ridurre la velocità per trasportare il carico a destinazione in condizioni di sicurezza, salvaguardando tutti gli operatori presenti nell’area di lavoro. Il sistema “Linde Speed Assist” rappresenta un valido aiuto sia per i conducenti che per i responsabili dei magazzini e della logistica. Grazie ad una tecnologia radar efficace indipendentemente dalle condizioni meteo, a tempi di risposta programmabili in base alle distanze ed a sensori regolabili, la soluzione di Linde Material Handling (MH) definisce un nuovo standard ed aumenta notevolmente la sicurezza nell’intralogistica.
L’efficienza dei processi di logistica dipende dall’affidabilità con cui questi possono essere implementati e ripetuti. Soprattutto all’interno dei magazzini e dei capannoni produttivi, è necessario definire chiaramente i limiti di velocità per i carrelli elevatori e per gli altri veicoli industriali. L’ingresso nelle zone interne a velocità troppo elevata può mettere in pericolo gli operatori e richiede frenate improvvise che possono danneggiare il carico con conseguenti perdite dal punto di vista economico. La velocità di guida ideale all’interno dei capannoni dipende sempre dalle condizioni del luogo e viene definita solitamente dal responsabile di magazzino o della logistica che deve anche verificare il rispetto dei limiti di velocità.
Il nuovo sistema di assistenza Linde Speed Assist offre il vantaggio di un controllo rapido, semplice e pratico della velocità. A differenza di altre soluzioni disponibili sul mercato, il sistema non utilizza la tecnologia degli infrarossi, relativamente costosa e comunque dipendente dalle buone condizioni meteo, ma sensori radar con un raggio di azione compreso tra uno e 24 metri. Questa tecnologia radar non richiede ulteriori elementi come ad esempio sensori aggiuntivi sugli scaffali; il sensore radar è montato sul tettuccio del carrello ed è allo stesso tempo il trasmettitore ed il ricettore del suo stesso segnale, riflesso dal soffitto. Il sensore indica al carrello se si trova all’interno di un edificio o all’esterno e, di conseguenza, ne regola la velocità. L’affidabilità operativa non è pregiudicata neppure da condizioni meteo estreme, ad esempio dal freddo, dal caldo o da piogge intense. La temperatura di lavoro consentita è compresa tra -40 e + 65 °C.