PESCHE E NETTARINE, APPELLO DI ELEUTERI ALLA GDO: “SUL PRECOCE L’ITALIA COMPETE CON LA SPAGNA”

L’Italia ha tutte le carte in regola per competere alla pari con la Spagna sulle produzioni precoci di pesche e nettarine. La grande distribuzione italiana prenda coscienza di questo fattore determinante”. Ad esserne pienamente convinto è Marco Eleuteri (nella foto), responsabile commerciale dell’Aop Armonia di Battipaglia (Salerno), una delle principali realtà del Mezzogiorno nella produzione e commercializzazione di drupacee (e non solo). “Anche l’Italia riesce ad anticipare le produzioni in maniera eccellente e migliore della Spagna”. Per il manager dell’Aop campana grazie all’innovazione varietale e al clima sempre più mite anche nel Belpaese le primizie del Paese iberico possono diventare sempre meno appetibili.

Eleuteri saturnia pianta

Marco Eleuteri a fianco di una delle prime piante di Stark Saturn (è del 1986)

Le nettarine precoci italiane stanno prendendo piede. “In Campania abbiamo terminato le produzioni sotto serra della varietà precoce acida Flariba, con i primi stacchi iniziati il 29 aprile scorso”, rivela Eleuteri. “In pieno campo siamo partiti oggi”. Un netto anticipo sulla media.

E sempre oggi (i risultati si possono vedere nella prima foto in alto, scattata questa mattina) è partita la raccolta della varietà subacida Alice coltivata sotto serra. Anche qui un evidente anticipo rispetto al 2015 quando all’Aop Armonia si era partiti il 22 maggio. “E i calibri sono importanti: AA-A e B”, precisa Eleuteri che lancia un segnale forte alle catene distributive.

I buyer delle insegne italiane riflettano sul fatto che oggi per la grande distribuzione diventa meno strategico puntare sulle produzioni precoci di pesche e nettarine spagnole. C’è la concreta possibilità di coprire tutta la stagione con prodotto italiano”. All’estero sembra abbiano già intuito questa possibilità. “Questa settimana abbiamo esportato 60 mila chili di pesche e nettarine in Germania”, aggiunge il manager dell’Aop Armonia.

saturnia raccolta 2016

Pesca Saturnia pronta per la raccolta: si parte domani 14 maggio

All’Aop Armonia, nel frattempo, parte domani la raccolta dei primi volumi di pesca Saturnia, con una previsione produttiva di 13 mila quintali complessivi (il 25% in Campania e il 75%, da fine maggio-inizio giugno, nelle Marche), con un +15% sul 2015 (ma in calo sul precoce) grazie all’introduzione di nuovi impianti.

Sulla Saturnia Eleuteri, infine, presenterà un fcus sul progetto di miglioramento variatale allo studio in occasione di un convegno organizzato dal Crea sulla platicarpa in programma il prossimo 23 luglio a Roma.

Emanuele Zanini