POLITICA DI ACQUISIZIONI OBIETTIVO DI ORSERO DOPO LA QUOTAZIONE A PIAZZA AFFARI

Ha fatto notizia sui giornali e sui siti di questa mattina la notizia che per la prima volta in Italia un’azienda ortofrutticola potrà essere quotata in Borsa. Ne hanno scritto giornali economici come Il Sole-24 Ore e Milano Finanza e quotidiani generalisti. Il Sole-24 Ore riporta un articolo esaustivo, sugli aspetti finanziari, scritto da Carlo Festa e titolato: “Orsero in Borsa con Glenalta Food” mentre MF, con un articolo a firma Stefania Peveraro, titola: “Orsero, con Glenalta acquisizioni in arrivo”. Sui siti specializzati, la notizia è stata oggi la più cliccata. Ma vediamo cosa scrive Il Sole-24 Ore. Ecco l’attacco dell’articolo: “Il gruppo Orsero, società specializzata nell’importazione e nella distribuzione di prodotti ortofrutticoli, è pronto a debuttare a Piazza Affari. Lo farà grazie a un’operazione di fusione con la Spac Glenalta Food, la società veicolo costituita dai manager Gino Lugli, Luca Giacometti, Silvio Marenco e Stefano Malagoli. Sono infatti stati forniti i dettagli dell’operazione. Gli 80 milioni apportati da Glenalta saranno utilizzati per 25 milioni per acquisire strumenti partecipativi in mano alle banche creditrici del gruppo alimentare ligure, mentre fino a 55 milioni saranno utilizzati per acquisizioni e investimenti. La società arriverà in Borsa con un flottante tra il 48,7 e il 57,4%. I soci storici (al momento il gruppo fa capo per il 60% alle due sorelle Orsero, per l’11% al fratello e per il restante 29% a soci locali) resteranno con una quota tra il 40,4 e il 48,7%, a seconda di quanti soci di Glenalta eserciteranno il diritto di recesso. Alla fine dell’operazione Orsero disporrà di nuove risorse e potrà aprire il proprio capitale all’ingresso di ulteriori investitori, anche per perseguire i piani di crescita. Orsero debutterà sull’Aim per poi passare allo Star. Giunge, quindi, a conclusione la vicenda complessa e travagliata che ha portato Orsero alle porte di Piazza Affari”.sala-3

Dopo aver approfondito altri aspetti finanziari, Carlo Festa riporta una notizia che è in grado di sollevare una grande attenzione nel settore ortofrutticolo italiano: “Per quanto riguarda gli obiettivi di acquisizione, le nuove risorse potrebbero essere usate per consolidare il mercato di riferimento o espandersi in settori adiacenti, come quello della frutta secca”.

E aggiunge Stefania Peveraro su MF: “Il gruppo Orsero potrà contare sulla liquidità necessaria per crescere anche tramite acquisizioni. Il settore è molto frammentato sia in Italia sia negli altri Paesi in cui il gruppo è attivo”, lasciando intendere che non sarà difficile per Orsero SpA, dotata di sufficienti capitali, comprare alcune società del settore.

“Un’idea – riporta ancora MF – è portare a breve il gruppo a 1 miliardo di euro di fatturato; bastano un paio di acquisizioni”. Un’affermazione in tal senso, raccolta ai margini della presentazione milanese di ieri, è stata fatta dal vicepresidente di Glenalta Luca Giacometti.

Propositi legati a quanto accadrà nei prossimi mesi. In GF Group e in Glenalta Food c’è comunque ottimismo dopo la presentazione di ieri agli azionisti (nella foto).