DISCOUNT, TUODÌ (DICO) MESSO IN VENDITA. ALDI PRONTO ALL’ACQUISTO?

Inserito: martedì 14 marzo 2017

tuodi

La catena di supermercati TuoDì (gruppo Dico) è in vendita. L’hanno messa all’asta i soci guidati dal presidente e amministratore delegato Antonino Faranda. Ad annunciarlo è stato MF Milano Finanza, confermando un’anticipazione lanciata da Debtwire che indica Rothschild come advisor incaricato per la vendita.

TuoDì, come precisa anche Bebeez, non è riuscita a raggiungere gli obiettivi di un piano di ristrutturazione industriale e finanziaria avviato nel 2014 (perdita di 47,48 milioni che si sommava al rosso di 33,7 milioni del 2013) e che avrebbe dovuto portare al pareggio di bilancio proprio quest’anno.

La catena di discount con sede a Roma conta più di 400 punti di vendita, un centinaio dei quali già riqualificati tra il 2014 e il 2015 dall’attuale gestione. Il gruppo ha registrato ricavi per quasi 600 milioni e nel 2016 ha perso altri 10 milioni nel 2016 a fronte di debiti lordi per 350 milioni, di cui circa la metà con il sistema bancario (in particolare con Bnl-BnpParibas, Popolare Vicenza e Intesa Sanpaolo).

Oggi il settore dei supermercati discount in Italia è presidiato dal colosso tedesco Lidl (85,6 miliardi di giro d’affari). Tra i potenziali acquirenti interessati voci sempre più insistenti danno in testa il big tedesco della grande distribuzione Aldi (Albrecht Discount), tra i principali operatori del comparto a livello globale con un fatturato superiore ai 50 miliardi di euro e che fa capo alla famiglia Albrecht. Aldi ha aperto una filiale italiana a Verona oltre un anno fa e sta cercando terreni e immobili in bacini d’utenza con più di 30 mila abitanti nel Centro Nord. TuoDì in passato era finito nel radar dell’altro big tedesco Rewe, mentre ora si dice che interessato a questo processo sia anche il gruppo italiano Eurospin, che fattura 4,4 miliardi di euro. Ma alla catena di discount stanno guardando anche gli operatori specializzati in turnaround come l’accoppiata Oxy Capital – Attestor Capital.