MERCATI AL CENTRO DEL PROGETTO “QUALITÀ E SICUREZZA. LE CITTÀ DEL FRESCO”

Rilanciare il mondo dei Mercati e degli imprenditori all’ingrosso che lavorano al loro interno, valorizzando l’intera filiera agroalimentare ed il sistema Mercati nel panorama nazionale ed internazionale. E’ questo l’obiettivo del progetto “Qualità e Sicurezza. Le città del fresco”, l’idea di Unioncamere promossa dal Mipaaf a cui partecipa pure Fedagromercati. L’ottenimento del marchio sia da parte dei Mercati sia degli operatori rappresenta una delle rare iniziative in cui tutti gli attori del settore sono coinvolti e condividono valori, ma soprattutto uno scopo comune: la valorizzazione della qualità, della sicurezza e della trasparenza nei Mercati agroalimentari per la realizzazione di prodotti altamente qualificati.
La presenza del Ministero rappresenta la conferma della partecipazione attiva di tutti gli attori interessati, dando ancora più rilevanza alla proposta ed evidenziando il bisogno di tutti i soggetti di intraprendere un percorso collettivo. Il sistema nazionale di qualificazione creato migliora la filiera intervenendo anche sulla legalità e sulla tracciabilità dei prodotti che circolano nei Mercati, sottoposti ad uno stretto controllo ed a procedure rigide per l’ottenimento degli standard qualitativi.
Ad oggi si sono certificati i Mercati di Milano e Roma, mentre i rispettivi operatori sono in procinto di ottenere il marchio. Seguiranno anche altri Mercati fra i più importanti d’Italia e gli imprenditori delle relative piazze.

“Il piano – dichiara Valentino Di Pisa (nella foto), presidente di Fedagromercati– vede il coinvolgimento della nostra Federazione essendo la voce rappresentativa degli imprenditori dei Centri Agroalimentari, i quali sono il vero motore operativo di queste strutture e quindi fondamentali per la realizzazione effettiva dell’obiettivo preposto. Tale iniziativa rientra nel più ampio progetto di sviluppo e di rilancio del ruolo degli imprenditori grossisti di Fedagromercati nei confronti delle istituzioni, nazionali ed europee, e della società pubblica”.
I criteri di qualità e sicurezza incentivano le opportunità di business per gli operatori, che vedono le proprie imprese crescere ed allargarsi, e certificano anche la qualità dei servizi offerti dai nostri Centri Agroalimentari relativi al confezionamento, alla logistica ma soprattutto al mantenimento del fresco, rendendo sempre più efficienti le piattaforme per una gestione sostenibile del comparto.