THE ROME TABLE, ELISE FRUIT (UNGHERIA): “OCCASIONE PER APRIRE NUOVI CANALI DI FORNITURA”

L’inizio della ripresa economica nella sfera dell’Unione, comporta anche che i mercati dell’Est, da sempre destinazione ideale per i fornitori ortofrutticoli più competitivi, guardino con crescente interesse ai prodotti di qualità e inizino a diversificare i segmenti di prezzo sugli scaffali.

“Lavoriamo con gli italiani da diversi anni – ci spiega il buyer Thomas Valu (nella foto) dell’azienda ungherese Elise Fruit che abbiamo intercettato al The Rome Table, l’evento B2B organizzato da Omnibus comunicazione che si chiude oggi al Parco dei Principi di Roma -. “Già dal 2004 i prodotti made in Italy venivano distribuiti dalle principali catene dei supermercati. La politica dei prezzi, che è stata molto condizionata dalla crisi del 2008, adesso sta cambiando. Questo non vuol dire voltare le spalle ai nostri fornitori tradizionali ma diversificare l’offerta in un’ottica di ottimizzazione del rapporto qualità prezzo. In questo senso il vantaggio che ci ha dato The Rome Table è stato quello di permetterci di incontrare produttori e cooperative italiane selezionate per avviare nuovi canali di fornitura senza intermediazioni“.

(m.l.)