IGP CLEMENTINE DI CALABRIA COME FATTORE DI SVILUPPO DEL TERRITORIO, CONVEGNO A CORIGLIANO

L’IGP Clementine di Calabria, fattore di sviluppo del territorio. È questo il tema del convegno in programma venerdì 17 novembre alle ore 17 nel Castello di Corigliano Calabro per iniziativa del Consorzio delle Clementine di Calabria IGP. Interverranno il presidente di UNAPROA Antonio Schiavelli, Eugenio Govoni di Check Fruit e Salvo Garipoli di SG Marketing che metteranno a fuoco aspetti legati alla politica agricola, alle garanzie per il consumatore e alle strategie di valorizzazione e approccio al mercato. Da Bruxelles invierà un video-contributo l’on. Paolo De Castro, membro e primo vicepresidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo. Le relazioni saranno precedute dai saluti del sindaco di Corigliano, Giuseppe Geraci, e del presidente del Consorzio promotore, Giorgio Salimbeni.

“Abbiamo deciso di fare questo convegno in piena campagna commerciale – sottolinea lo stesso Salimbeni – per avviare un’attività di promozione e di valorizzazione di questa eccellenza calabrese che quest’anno si presenta sugli scaffali con una qualità straordinaria. Le temperature di quest’estate, infatti, hanno favorito lo sviluppo di un prodotto con un ottimo rapporto tra la componente zuccherina e quella acida”.

“I prodotti a marchio e quelli Bio –  aggiunge il presidente del Consorzio delle Clementine di Calabria IGP – stanno registrando ottime performance di mercato in un costante trend di crescita. Occorre sfruttare questo contesto anche valorizzando il rapporto con il territorio. Il consumatore infatti deve essere messo in condizione di conoscere l’origine del prodotto che sta alla base di questa eccellenza. In questo senso non proponiamo sul mercato solo il frutto ma il territorio della nostra Regione”.

Al convegno sono invitati tutti i produttori del comprensorio dell’IGP e i rappresentanti politici del territorio. Per massimizzare i risultati commerciali – ritengono i vertici del Consorzio – è fondamentale spingere sull’aggregazione produttiva. Il convegno intende porre le basi per accelerare questo processo.