IL NUOVO CORSO DI BATTAGLIO È “FRUTTA DA VIVERE”. CAMBIA L’IMMAGINE E IL LOGO

Nuovo corso per il Gruppo Battaglio che ha rinnovato la propria immagine attraverso una profonda rivisitazione del logo e della marca. “Frutta da vivere” è il nuovo pay-off che accompagnerà d’ora in poi la nuova fase della Battaglio “formato” 4.0, come è stata definita questa mattina nella conferenza stampa di presentazione a Torino alla presenza del presidente Luca Battaglio, del responsabile marketing Stefano Minola e di Stefano Fabrucci dell’agenzia Rba Design che ha seguito l’azienda piemontese nel progetto.

Nella foto, da sinistra: Stefano Minola, Luca Battaglio e Stefano Fabrucci

La nuova immagine del gruppo torinese si esprime innanzitutto nel nuovo logo caratterizzato dall’icona che richiama il planisfero e al tempo stesso la forma di un frutto composto dai frutti che provengono da tutto il mondo nei loro colori brillanti e vivaci, con al centro la “B”, iniziale di Battaglio nel nuovo color code, “cuore pulsante” della nuova identità. Anche il marchio “Battaglio” è stato leggermente aggiornato nella grafica.

Il nuovo slogan richiama inoltre alla parola chiave della filosofia aziendale che è “vitalità”. Vitalità espressa nei numeri (180 milioni di euro di fatturato previsto nel 2017 con una stima del +15% sul 2016 e 160 mila tonnellate di frutta movimentate ogni anno); nel mondo, con una forte presenza internazionale; nella frutta esotica, uno dei core business dell’impresa piemontese; nel trade, con promozioni in store e rilevazioni post vendita.

Una vitalità che ha come obiettivo fondamentale e ultimo l’incentivare la conoscenza della frutta tra i consumatori per incrementarne ulteriormente la domanda.

Il nuovo corso riguarderà ovviamente anche il packaging, realizzato con materiali riciclabili, che verrà aggiornato puntando ad essere ancora più d’impatto e vivace per attrarre maggiormente i consumatori.

Una “missione” che coincide con la promessa di marca, interpretata appunto nel nuovo pay-off “Frutta da Vivere”. E quindi sviluppare ulteriormente la domanda, allargare il consumo a segmenti nuovi, soprattutto quello esotico, rivolgendosi al consumatore in modo convincente con un linguaggio semplice, chiaro, diretto, ma soprattutto “vicino”. Ciò che Battaglio propone anche attraverso l’attivazione dei principali canali di comunicazione: dal sito rinnovato e aggiornato alla nuova filosofia, alla presenza ancora più radicata sui social network, all’organizzazione o partecipazione di eventi o educational ad hoc.

“Per noi è una nuova sfida stimolante – ha spiegato Luca Battaglio – che ha come obiettivo quella di trasmettere il nostro entusiasmo e la nostra passione in quello che facciamo, puntando sempre alla massima qualità”. Per quanto riguarda le tempistiche di realizzazione del “nuovo corso” per l’azienda, Battaglio ha annunciato che sarà pienamente operativo entro la fine dell’anno.

Emanuele Zanini