UNITEC INSISTE SU INNOVAZIONE E QUALITÀ: FARI PUNTATI SU CILIEGIE, MIRTILLI, PERE, MELE E AGRUMI

Novità e innovazione tecnologica, il mix vincente che Unitec ha portato a Fruit Logistica 2018. L’ultima evoluzione di Cherry Vision 3.0, la nuova tecnologia intelligente, che consente una classificazione completamente automatica delle ciliegie, proietta il business delle centrali ortofrutticole in una nuova era: il massimo risultato possibile nella determinazione automatica della qualità di questo pregiato frutto.

“Siamo davvero convinti che il Cherry Vision 3.0 ci aiuterà notevolmente a differenziarci, riuscendo ad ottenere prodotti finali di ottima qualità, per potere competere nei mercati più difficili e importanti, come quelli asiatici”, dice Victor Maroto, direttore commerciale della centrale ortofrutticola cilena Exportadora Fruttita. Cherry Vision 3.0 è infatti una tecnologia intelligente, con “occhi” ad altissima risoluzione che scansionano l’intera superficie della ciliegia classificandone tutti parametri della qualità come mai prima d’ora, con un’affidabilità che consente di rispondere in modo coerente e professionale ad ogni consegna di merce alla Gdo.

Insieme a Cherry Vision 3.0 Unitec ha presentato Blueberry Vision, per la classificazione della qualità dei mirtilli, e le tecnologie Unisorting Unical 8.0 con Apples Sort, dedicata alla classificazione della qualità delle mele e Unical 9.0 con Pears Sort, per la classificazione della qualità delle pere.

Blueberry Vision garantisce la possibilità di visionare il 100% della superficie del mirtillo, sia internamente che esternamente, senza danneggiarlo in alcun modo. “Blueberry Vision per noi rappresenta una rivoluzione nell’industria dei mirtilli. Tra un paio d’anni, se non prima, chi non disporrà di questa tecnologia sarà fuori dal mercato”, è il parere di Cristobal Duke, Direttore Generale della centrale ortofrutticola cilena Collipulli. Anche Unisorting, marchio del gruppo UNITEC specializzato nelle tecnologie di classificazione della qualità per mele e pere, è scesa in campo a Berlino con alcune delle sue più recenti innovazioni. Tra queste, Unical 8.0 con sistema Apple Sort. Giancarlo Minguzzi, n.1 della OP Minguzzi di Alfonsine, così la giudica: “Il primo risultato che ho ottenuto è stato quello della rapidità con la quale ho potuto individuare e selezionare i difetti in funzione della qualità richiesta. Per quanto riguarda il software abbiamo notato che è facilissimo da usare. Parlando con i miei addetti ho visto che si trovano molto bene. La compattezza della calibratrice è stata una delle cose che ho notato da subito. Non pensavo che riducendo così la calibratrice si potesse comunque ottenere una produzione superiore a quella di prima. Tutte le parti della macchina, in particolare la zona delle tazze, sono facilmente pulibili, di conseguenza si evitano contaminazioni. Anche solo il fatto che puoi andarci sopra con l’idropulitrice senza danneggiare parti della macchina è un grosso vantaggio.” Unical 8.0 con sistema Apple Sort è infatti la prima tecnologia al mondo per la lavorazione delle mele pensata per essere sanificabile al 100% ed evitare così la contaminazione del prodotto durante il processo.

Altra novità riguarda il settore degli agrumi con Orange Vision per la classificazione della qualità di arance, limoni e altre referenze agrumicole.

“Il nostro obiettivo – conclude Angelo Benedetti (nella foto), presidente Gruppo UNITEC – è il miglioramento continuo del business dei nostri clienti aiutandoli nella riduzione dei costi, nella riduzione degli sprechi e, in ultimo, nel garantire al consumatore finale ortofrutta di qualità coerente nel tempo”.