MELE, PER VOG FINE STAGIONE ANTICIPATO, DOMANDA E PREZZI SOSTENUTI

A metà della stagione melicola 2017-2018, si confermano le aspettative ottimistiche di inizio stagione. Un raccolto europeo di 9 milioni di tonnellate che ha favorito questa inversione di tendenza, dopo tre anni caratterizzati da sovraofferta e decadimento dei prezzi: finalmente, il mercato è ritornato in equilibrio.

Il minore raccolto con un calo del 25% a livello del gruppo VOG si è tradotto in una produzione più contenuta per quasi tutte le varietà classiche: Gala si attesta a -15%, Red Delicious a -26%, e Braeburn su un – 34%. Più colpito, purtroppo, il raccolto di Golden Delicious, che ha perso un 45%. Fanno eccezione solo le Fuji con – 4% e Granny Smith, che ha eguagliato il raccolto del 2016.

Minore produzione anche per le nuove mele Club, con Pink Lady® che ha perso un 15% sul raccolto precedente mentre Kanzi® ed envy™ – grazie ai nuovi impianti messi a dimora negli anni precedenti – hanno eguagliato i volumi del 2016.

Come prospettato a inizio campagna, gli impulsi maggiori sono arrivati dall‘Italia e Germania, colpite maggiormente dalle gelate primaverili, e dove si fa sentire la mancanza di offerta delle due varietà di riferimento Golden Delicious e Jonagold, rispettivamente.

“Nonostante le nostre aspettative positive, l‘aumento netto dei prezzi è stato sorprendente anche per noi, e temevamo una ricaduta negativa sui consumi, cosa che fortunatamente non è accaduta – sostiene il Direttore del Vog Gerhard Dichgans (nella foto) -. Le vendite infatti procedono a ritmo serrato e ci aspettiamo una fine anticipata della stagione”. Particolarmente buone poi le performance delle varietà standard, che avevano patito maggiormente nelle ultime stagioni e che si sono avvicinate alle quotazioni delle mele club.

Al primo febbraio, gli stocks di mele nel consorzio VOG sono inferiori del 33% rispetto all’anno precedente, e riflettono il ritmo serrato delle vendite delle ultime settimane. “Rispetto allo stesso periodo di metà stagione del 2016/2017, ci troviamo con un terzo in meno di mele in stock – aggiunge il Direttore del Consorzio – e per la Golden Delicious manca addirittura oltre il 50% rispetto allo scorso anno. L‘offerta delle Gala andrà ad esaurirsi nelle prime settimane di marzo, e la disponibilità di Kanzi® e Pink Lady® terminerà a fine aprile e inizio maggio e dunque un mese mese in anticipo”.

In sintesi, quindi, la previsione è quella di un fine stagione molto anticipato, che potrebbe rappresentare un’opportunità per l’offerta melicola d’oltreoceano di rioccupare quell’area di mercato persa negli ultimi anni.

Prossimamente si definirà il piano pluriennale di rinnovo varietale fino al 2025 con la strtegia sulle varietà a club e su quelle tradizionali.

Oltre all’andamento della stagione commerciale, è già possibile raccogliere i primi riscontri sulla nuova immagine coordinata del brand Marlene®: “Il restyling e la nuova strategia della marca hanno riscosso una eco molto positiva e la nostra clientela ci ha dimostrato una grande soddisfazione”, conclude Dichgans.

A marzo inizierà il secondo flight della campagna di comunicazione iniziata a novembre. In questa nuova tranche, il brand verrà promosso in TV e con spot video in Italia, Spagna e anche in Belgio, Olanda e Norvegia.