ROMANIA, BLOCCATO CARICO DI PATATE IN ARRIVO DALL’EGITTO. PRESENTE IL “MARCIUME BRUNO”

Oltre un migliaio di tonnellate di patate (1.100 per la precisione) provenienti dall’Egitto, appena sbarcate al porto di Costanza, e destinate al mercato rumeno, sono state bloccate dalle autorità di controllo fitosanitario nazionali perché è stata rilevata la presenza del batterio Ralstonia Solanacearum (marciume bruno) che fa marcire il tubero.

I controlli sono stati effettuati a campione in base alla decisione Ue del 29 novembre 2011 che autorizza gli Stati Membri ad adottare misure urgenti provvisorie contro questo tipo di batterio e similari e seguono una precisa linea del ministero dell’Agricoltura rumena sempre più pressato dalla richiesta di controlli preventivi al fine di prevenire l’introduzione e la diffusione di organismi nocivi per piante o prodotti vegetali locali.

“L’impatto economico derivato dall’ingresso del batterio – si legge nella nota appena diffusa dal Ministero dell’Agricoltura rumeno – potrebbe essere molto grave poiché attualmente non esiste alcun tipo di controllo chimico o biologico per questo parassita che, inoltre, rischierebbe di contaminare acque sotterranee e superficiali con i batteri derivati dagli scarti del consumo domestico di patate infettate”.

Mariangela Latella