GARIPOLI (SG MARKETING): “ORTOFRUTTA SEMPRE PIÙ CENTRALE NEL CAMBIO DEI CONSUMI”

“Presupposto il cambiamento strutturale in atto relativo ai nuovi stili alimentari ad oggi è evidente una sostanziale sostituzione delle fonti proteiche animali (carne rossa su tutte) con frutta, verdura e legumi“. Ha esordito così Salvo Garipoli (nella foto), senior consultant SG Marketing, durante il Convegno organizzato dall’Associazione Nazionale Donne Dell’Ortofrutta (leggi news) al Macfrut di Rimini nel proprio intervento intitolato “I nuovi consumatori: i profili, le esigenze, i valori”.

Si tratta di una tendenza non solo italiana. Nel nostro Paese – continua – i cosiddetti flexitariani sono stimati in ben 18 milioni di consumatori. Da una nostra recente indagine del 2017 emerge un nuovo modello di consumatore sempre più attento e consapevole. Nell’ambito dell’evoluzione dei consumi delineati si evidenzia una rinnovata ‘sensibilità’ da parte dei consumatori alle tematiche che afferiscono alla garanzia del consumo, un elemento particolarmente evidente in relazione ai freschissimi, ortofrutta su tutti”.

Tale evoluzione dei consumi alimentari definisce nuovi cluster di consumatori il contemporaneo (36,7%), l’esperto (24%), il responsabile (21,4%) e il distaccato (18,9%) -, classificati in base all’importanza data a caratteristiche di prodotto quali stagionalità, origine, valori nutrizionali, conservabilità, presenza di OGM, utilizzo di ormoni e/o antibiotici etc. “Proprio rispetto a questi valori – sottolinea Garipoli – esiste una quota di consumatori rilevante, data da ‘responsabili’ ed ‘esperti’, che assegna ad essi un’importanza media importante, con un voto medio rispettivamente di 9.3 e 8.9 su una scala da 1 a 10”.

“Elevare l’esperienza di prodotto, operare applicando le logiche di category management, e assicurare la cosiddetta ‘accessibilità al prodotto’ dentro e fuori il punto vendita – conclude Garipoli – sono le strategie da seguire per assicurare la qualità richiesta, definita secondo i nuovi parametri della domanda”.

Chiara Brandi