OI ORTOFRUTTA ITALIA, BATTELLI CONFERMATO ALLA PRESIDENZA, ELETTI DUE NUOVI VICE: PIERO CARDILE E PAOLO MELE

Si è svolta la prima seduta del nuovo Consiglio di Amministrazione di Ortofrutta Italia, nominato dalla Assemblea dei Soci.

In primis il Consiglio aveva il compito di eleggere, al suo interno, i vertici dell’O.I. ed ha confermato, all’unanimità, Nazario Battelli (nella foto) alla presidenza.

In coerenza con la composizione paritetica del Consiglio di Amministrazione sono stati eletti, sempre all’unanimità, due nuovi vicepresidenti: Piero Cardile che in Consiglio rappresenta l’associazione Ancd-Conad e che ha ricevuto anche la funzione di vicario, ha raccolto la rappresentanza della parte “commercio e distribuzione”, mentre Paolo Mele, rappresentante in Consiglio per Confagricoltura, ma anche vicepresidente del socio Unaproa, ha offerto la sua disponibilità in seno alla componente della produzione agricola.

Il Consiglio di Amministrazione ha anche accolto la richiesta di ammissione a socio di FIDA-Confcommercio, la Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione, andando così a coprire quella parte della distribuzione “tradizionale”, meglio, specializzata, che storicamente era assente dalla compagine interprofessionale dell’ortofrutta italiana.

Il gradito ingresso di questa consistente parte della rappresentanza dei dettaglianti specializzati italiani è solo l’ultima rispetto ad altre due, altrettanto gradite, recenti adesioni. Lo scorso mese di gennaio si è perfezionata l’entrata della Copagri, completando così la presenza delle rappresentanze generali degli agricoltori, mentre a febbraio è stato accolto il nuovo Socio A.I.F. – l’Associazione Italiana Fungicoltori – la prima associazione “verticale” di prodotto ad associarsi in O.I. che porterà sicuramente un contributo di visione originale alla consolidata compagine interprofessionale.

“L’inedita attrattività di questi mesi – restando in attesa di altre probabili ed auspicate richieste di adesione da parte del mondo distributivo – è anche frutto della positiva risoluzione che i Soci di Ortofrutta Italia hanno voluto dare, lo scorso autunno, ad una seria verifica interna sul ruolo e sulle funzioni dello strumento interprofessionale nazionale del settore ortofrutticolo italiano, dopo l’infinito e inconcepibile ritardo del Mipaaf per il Decreto di Riconoscimento e le contraddizioni normative di quest’ultimo” – dichiara soddisfatto il neo confermato Presidente, Nazario Battelli – “Da questa verifica è infatti scaturita la condivisione di un progetto di comunicazione e promozione istituzionali di valenza annuale, andando ad interessare sostanzialmente tutti i prodotti oggi rappresentati nei nostri Comitati, ma con la grande sfida di poter innescare, almeno al momento per le sole specie frutticole, un processo, seppur graduale, di miglioramento qualitativo generalizzato della produzione nazionale, proprio per poter affrontare, come sistema e non come singoli comparti, il confronto con i sistemi dei competitor europei e internazionali in rapporto, in particolare, con il mercato interno italiano e i sui consumatori”.

“Resta ora da verificare ed accrescere il livello di intensità con il quale le diverse rappresentanze in seno ad Ortofrutta Italia vorranno partecipare in modo proattivo a questa e alle altre iniziative che verranno presentante” – conclude Battelli – “ma resta sempre l’incognita – e la deprimente mancanza, al momento – dell’attenzione con la quale la pubblica amministrazione vorrà accompagnare questi progetti collettivi, di interesse e utilità pubblica, che riguardano l’aumento della quantità e della qualità del consumo di prodotti ortofrutticoli nel nostro Paese”.