CONSERVE ITALIA RILANCIA SU INNOVAZIONE DI PRODOTTO E BIOLOGICO

“Lo stabilimento di Barbiano rappresenta la storia di un marchio leader come Valfrutta ed è una fucina di innovazioni nel settore delle bevande. Qui viene valorizzata al meglio la materia prima conferita dai soci del territorio, in particolare quelle varietà produttive finalizzate soprattutto alla trasformazione industriale e non al mercato del fresco, un’iniziativa che il nostro Gruppo ha intrapreso per dare risposte concrete agli agricoltori spesso alle prese con prezzi di mercato insostenibili”. Ha presentato così Maurizio Gardini (nella foto di apertura, sulla sinistra), presidente di Conserve Italia, lo storico stabilimento di Barbiano di Cotignola (Ravenna), che lo scorso sabato ha straordinariamente aperto le porte per una giornata di festa dedicata ai dipendenti e alle loro famiglie.

Estesa su una superficie di 295 mila metri quadrati, di cui 66 mila coperti, la fabbrica occupa 240 dipendenti tra stagionali e fissi, con altre 30 persone coinvolte stabilmente nei servizi di logistica, re-packaging e manutenzione. Oltre 150 milioni di litri di nettari e succhi realizzati ogni anno – declinati in 413 milioni di bottiglie in vetro, pet e brik di varie dimensioni a marchio Valfrutta, Yoga, Derby Blue e Jolly Colombani -, ricavati da 45.000 tonnellate di frutta fresca conferita dai soci del territorio, lavorata e conservata in 900 serbatoi.

L’impianto – visitato attraverso un percorso guidato dal direttore di stabilimento Francesco Bassi lungo tutte le fasi della filiera agroalimentare integrata (dai campi di produzione fino alla trasformazione, all’imbottigliamento e all’imballaggio) – è stato mostrato in tutta la sua avanguardia: avanzate le tecnologie di controllo ed altissimo il grado di automatizzazione con linee dalla capacità produttiva da record.

“Quella di Barbiano è una fabbrica dotata di un elevato livello di automazione – ha spiegato Pier Paolo Rosetti (nella foto di apertura, sulla destra), direttore generale di Conserve Italia -, con 7 impianti automatici e una capacità produttiva di 170 mila litri all’ora. Non è un caso che proprio qui siano avvenute importanti innovazioni come l’introduzione del tappo twist-off per i succhi Valfrutta da 125 ml in vetro, in grado di fornire una maggiore componente di servizio e praticità al consumatore, e il nuovo brik 200 ml slim leaf, pronto per essere lanciato sul mercato da settembre e già in fase di test in alcuni pdv della GDO. Sempre in questo stabilimento è presente la linea produttiva più veloce d’Europa, che lavora alla velocità di 100 mila bottiglie all’ora i succhi da 125 ml in vetro con tappo a corona”.

Ad oggi l’impianto è pronto per la lavorazione dei primi conferimenti di albicocche, in arrivo al sito proprio in questi giorni; nelle stesse linee verranno poi realizzati succhi di pesca, a partire da agosto, e a seguire quelli di pera e mela.

E per il futuro, innovazione e biologico continueranno ad essere due dei più importanti driver di crescita: “Barbiano per Conserve Italia è la patria dei Frullati 100% Veggie Valfrutta e dei succhi biologici – ha aggiunto Rosetti -. I Veggie sono la grande novità del mix frutta più verdura in confezioni da 1 litro; in un anno hanno raggiunto una produzione di 4 milioni di pezzi e l’apprezzamento dei consumatori è stato così elevato che li abbiamo proposti anche in altri formati, a partire dal pet in 250 ml. Il bio si conferma poi un mercato in continua crescita in Italia, tanto che dopo le ottime performance dei succhi di frutta biologici prodotti in questo stabilimento negli ultimi due anni, principalmente a marchio Valfrutta, per il 2018 prevediamo un incremento della produzione del 30%”.

La volontà di fare squadra è un punto di forza in cui il Consorzio Cooperativo emiliano-romagnolo crede moltissimo e a cui non intende rinunciare. “Dopo l’appuntamento agli impianti di Massa Lombarda e di Pomposa – conclude Rosetti -, per il terzo anno consecutivo apriamo le porte di uno dei nostri più importanti siti per una giornata di festa insieme a dipendenti e soci. Un’occasione speciale anche per celebrare due significativi anniversari che ricorrono nel 2018: i 70 anni del marchio Derby Blue e i 20 della famosa bottiglietta blu da 200 ml”.

Chiara Brandi