MERCATO DI PALERMO CHIUSO PER TRE GIORNI: “CONDIZIONI IGIENICO SANITARIE INADEGUATE”

Il mercato ortofrutticolo di Palermo chiuderà per tre giorni per motivi igienico sanitari. Il sindaco Leoluca Orlando ha emesso un’ordinanza ad hoc. La chiusura è prevista da giovedì 28 a sabato 30 giugno ed è stata decisa “per affrontare alcune inadeguatezze igienico sanitarie e garantire che gli interventi sanitari siano svolti senza rischio di contaminazione per i prodotti ortofrutticoli”, come recita una nota del Comune.

Nelle scorse settimane, come riporta Il Giornale di Sicilia e lo stesso Comune, il mercato è stato oggetto di controlli da parte del Corpo Forestale e dall’Ispettorato per la tutela della qualità e la repressioni frodi del Ministero delle Politiche agricole che hanno riscontrato delle “criticità” a livello igienico. Si parla di sporcizia, bagni in condizioni pessime, deflusso dell’acqua otturato, scarti vegetali ovunque. Una situazione che potrebbe portare a una sanzione molto pesante e addirittura alla chiusura del mercato stesso.

Per evitare questa situazione, l’amministrazione comunale ha deciso di fermare per tre giorni il mercato ed effettuare alcuni interventi urgenti che dovrebbero migliorare la situazione.

Le condizioni del mercato ortofrutticolo sono drammatiche – affermano a Il Giornale di Sicilia i consiglieri di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno -. Oggi  l’intervento dell’amministrazione comunale non è più rinviabile. Occorre che nel più breve tempo possibile il Consiglio comunale metta mano ai regolamenti dei mercati generali ed al regolamento sui mercati storici. Questo consentirà di rilanciare un importante settore economico della nostra città e di dare ossigeno alle attività commerciali correlate”.

Di “una misura condivisa con l’amministrazione per rendere più sicure le derrate alimentari e migliorare le condizioni per i lavoratori” parla, sempre sul quotidiano siciliano, il capogruppo di Palermo 2022 e componente della commissione Attività Produttive, Antonino Sala.

“Sottolineo – continua Sala – che i concessionari sono costantemente aggiornati in maniera partecipativa sull’azione amministrativa. Tuttavia per una vera svolta occorre approvare la delibera sul Regolamento unico dei mercati, cui di recente la mia commissione ha dato parere positivo. Per questo è fondamentale che il Consiglio approvi al più presto questo provvedimento, al pari di altri che non possono essere più rinviati, come quelli sulla pubblicità e sulle farmacie. L’aula deve fare il massimo – conclude – per promuovere sviluppo e lavoro in questa città, basta tergiversare”.

(fonte: Il Giornale di Sicilia)