RINNOVAMENTO VARIETALE SU ALBICOCCO, PESCO E NETTARINE: NUOVI ACCORDI SU PROGETTO MASPES

Il rinnovamento varietale rappresenta un efficace ed irrinunciabile strumento per proporre varietà in linea con l’evolversi della domanda dei consumatori. In tale ambito, dall’anno 2007, è operativo in Emilia-Romagna il Progetto MASPES (www.maspes.org), che persegue l’obiettivo di creare nuove gamme varietali di albicocco, pesco e nettarine di alto pregio qualitativo, resistenti alle principali malattie ed affidabili in termini di costanza produttiva e rusticità.

Il Progetto, per oltre un decennio cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e poi interamente dalle Organizzazioni di Produttori Ortofrutticoli aderenti al CRPV, ha visto di recente ampliarsi la compagine progettuale che vede ora coinvolte la società New Plant (costituita da Apo Conerpo, Apofruit Italia e Orogel Fresco), il Consorzio Agribologna e le aziende vivaistiche aderenti al CAV: Geoplant Vivai, Vitroplant Italia e Vivai F.lli Zanzi.

In questo modo il Progetto, che vede la responsabilità scientifica dell’Università degli Studi di Milano, polarizza la partecipazione di tutte le parti coinvolte, costituendo un’efficace esempio di convergenza di interessi tra il settore della ricerca e il comparto produttivo, con il fine ultimo di ottenere nuove gamme varietali di alto pregio da proporre alla distribuzione commerciale con continuità di offerta. Quanto indicato rappresenta un significativo e qualificante elemento della produzione emiliano-romagnola e nazionale di albicocco e pesco.

Lunedì 25 giugno alle 11 a Faenza si presenterà l’evoluzione nel miglioramento genetico di albicocco e pesco in Emilia Romagna del progetto Maspes. Interverranno Simona Caselli, assessore regionale all’Agricoltura dell’Emilia Romagna, Raffaele Drei e Stefano Foschi del CPRV, Centro ricerche produzioni vegetali. Daniele Bassi, dell’Università di Milano e rappresentanti di op e vivaisti partner del progetto.