CHIUSURA MERCATO DI PALERMO, DI PISA: “SITUAZIONE INCONCEPIBILE, LE VERE VITTIME SONO I GROSSISTI”

“Solidarietà agli operatori di Palermo, ma vorrei esprimere il mio dissenso per essere arrivati a questa situazione che non vede altra soluzione che la chiusura del Mercato a discapito soprattutto degli imprenditori e delle loro aziende”. A parlare è il Presidente di Fedagromercati Nazionale, Valentino Di Pisa (nella foto), in merito alla situazione del Mercato all’ingrosso di Palermo e sull’ordinanza dell’amministrazione comunale di chiudere la struttura dal 28 giugno al 30 giugno per questioni igienico-sanitarie (leggi news).

“Sicuramente l’intervento del Comune era necessario, arrivati a questo punto, ma bisognerebbe evitare di trovarsi in questo stato: le inefficienze dell’ente gestore, che corrisponde quasi totalmente al Comune stesso, non possono essere pagate dagli operatori i quali a fine mese dovranno subire il blocco delle loro attività imprenditoriali senza che ciò sia di dipeso da loro. Certamente gli operatori devono contribuire alla corretta organizzazione del Mercato ma devono essere messi nelle condizioni di farlo. Auspico che questa chiusura sarà gestita al meglio dall’ente gestore e dall’amministrazione comunale la quale dovrà impegnarsi affinché gli operatori possano usufruire di una qualche forma di compensazione o comunque possano essere agevolati nel periodo successivo allo stop delle loro attività.

E’ chiara ormai a tutti l’urgenza di attuare il Regolamento di Mercato, ormai da tempo fermo, per evitare che situazioni del genere si ripropongano nel futuro e compromettano ancora una volta l’attività degli imprenditori i quali sono le vere vittime di questo disordine. Concordo quindi con il Consigliere Sala della Commissione Attività Produttive sull’approvare il più velocemente possibile il Regolamento senza più rinviare la questione, che può avere effetti fortemente negativi su una categoria di professionisti e, più in generale, su tutta realtà economica palermitana come in questo caso”.