DIRITTI INTELLETTUALI E DI MARCA, FRUIT ATTRACTION LANCIA “AGAINST COPY”

Garantire i diritti intellettuali, industriali e di marca degli espositori e dei visitatori, fornire un servizio di brevetto e informazioni sulla nuova legge sulla protezione dei dati. È ciò che promette il servizio “Against Copy”, lanciato da Fruit Attraction, la fiera di Madrid in programma dal 23 al 25 ottobre prossimi e che quest’anno taglia il traguardo del decimo anniversario.

Responsabile del servizio “Against Copy” sarà lo studio PONS IP che offre difesa legale e azione contro le aziende che copiano.

L’obiettivo della fiera spagnola è rendere conformi alla normativa vigente i prodotti e i servizi esposti.  A tale scopo, per tutta la durata della manifestazione, un ufficio legale specializzato assisterà gli espositori in caso di reclami contro le imprese nella loro lotta contro i diritti intellettuali, industriali e di marchio.

Inoltre, sarà previsto un luogo in cui i partecipanti che vogliono fornire campioni di scatole o prodotti copiati per attirare l’attenzione al settore professionale, possono esporli in un’area designata a tale scopo.

Per quanto riguarda la visione della Fiera come servizio globale al settore, l’evento garantirà il rispetto delle normative e delle relative approvazioni, garantendo che i prodotti esposti soddisfino tutti i requisiti legali e di qualità. Pertanto, uno stand potrebbe essere chiuso se i prodotti esposti fossero oggetto di una sentenza che ne imponesse il ritiro dal mercato.

Un servizio aggiuntivo

Secondo il direttore di Fruit Attraction, Raúl Calleja, “Against Copy” è “un servizio a valore aggiunto offerto da IFEMA all’industria e agli espositori di una fiera che sarà uno dei principali eventi del settore nell’Europa meridionale, che riunirà oltre 1.600 aziende partecipanti e più di 70.000 visitatori professionali provenienti da 120 Paesi in tutto il mondo”.

Da parte sua, Rocío Peris, direttore commerciale IP di PONS per la Spagna, afferma che “per la tranquillità dell’espositore, è essenziale avere una consulenza professionale su questioni delicate come la proprietà industriale e la protezione dei dati. Il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati ha suscitato molti dubbi sulle modalità di attuazione.  Per quanto riguarda la tutela dei beni immateriali (brevetti, modelli di utilità, marchi e disegni industriali), dobbiamo saper trattare con i possibili trasgressori per evitare spiacevoli sorprese.  A tal fine si raccomanda un’adeguata pianificazione della strategia di protezione, tenendo conto dei mercati territoriali di interesse”.