È UFFICIALE: FEDERICO BARBI È IL NUOVO DIRETTORE VENDITE E LOGISTICA DI OPERA

Ora è ufficiale: come già annunciato in anteprima dal Corriere Ortofrutticolo (leggi news), Federico Barbi (nella foto) è il nuovo direttore operativo (vendite e logistica) di Opera. A comunicarlo è la stessa azienda che annuncia come nell’ambito del programma di consolidamento e sviluppo della propria organizzazione Barbi entra nel proprio team. Il manager trentino, 45 anni, ha lasciato la direzione commerciale di Melinda per assumere il nuovo incarico all’interno del colosso cooperativo dedicato esclusivamente alla pera e che rappresenta 18 importanti aziende del settore ortofrutticolo, più di 1.000 frutticoltori italiani che coltivano oltre 6.500 ettari di pero con una produzione di 27 varietà diverse pari a 200.000 tonnellate.

Barbi, che così torna ad affiancare Luca Granata, direttore di Opera ed ex direttore di Melinda, assumerà progressivamente i ruoli che erano stati finora ricoperti in Opera dal Francesco Bassi di Agrintesa (coordinamento della logistica) e Gabriele Ferri di Naturitalia (coordinamento commerciale), i quali continueranno comunque a rappresentare le rispettive aziende di appartenenza nell’ambito del Sales & Logistic Team di Opera.

Il neo direttore commerciale di Opera lavorerà con il principale obiettivo sviluppare ulteriormente l’attività di Opera attraverso il miglioramento continuo del servizio offerto dal consorzio emiliano romagnolo a tutti i propri clienti e dell’efficienza dell’attività di condizionamento del prodotto, ma sarà anche direttamente responsabile del rapporto con un limitato numero di clienti.

“Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione ed il Direttore generale di Opera – si sottolinea dal gruppo – ritengono che l’inserimento di Barbi nell’organigramma del consorzio rappresenti un passaggio importante per il presente e per il futuro dell’azienda e ringraziano sentitamente sia il dottor Bassi e il dottor Ferri, per l’impegno da loro profuso e per il fondamentale contributo fornito durante la fase di start-up e nei primi 3 anni di attività del Consorzio Opera, sia Agrintesa e Naturitalia, per aver messo a disposizione a tale livello e così a lungo queste loro importanti risorse umane”.