ARANCIA DI RIBERA DOP: ADESIONI FINO AL 30 SETTEMBRE

Entro il 30 settembre i soci, i produttori e confezionatori potranno aderire o rinnovare l’iscrizione alla Dop Arancia di Ribera e al Consorzio di tutela. Per poter commercializzare le arance di Ribera (Washington navel, Brasiliano e Navelina) con il marchio comunitario Dop, i produttori e confezionatori dei 14 Comuni di Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Ribera, Sciacca, Siculiana, Villafranca Sicula, e Chiusa Sclafani, potranno iscrivere il proprio agrumeto o il centro di lavorazione nell’elenco ufficiale della Dop.

Che cos’è la Dop

La Dop è un marchio di qualità attribuito a quegli alimenti le cui specifiche caratteristiche di pregio dipendono principalmente da un determinato territorio di produzione e da fattori di produzione che lo caratterizzano.

 

 

Perché è importante

L’Arancia di Ribera Dop è oramai percepito come prodotto di qualità. La garanzia di qualità, origine e tracciabilità offerta al consumatore dal marchio Dop è un elemento molto importante di visibilità, trasparenza e fiducia. Consorziarsi dà i suoi frutti. Gli obiettivi del Consorzio sono quelli di promuovere il prodotto, tutelare i produttori e vigilare sulla qualità e migliorare le opportunità commerciali.

La segreteria del Consorzio di tutela “Arancia di Ribera Dop” è a disposizione per tutti gli adempimenti necessari all’iscrizione e riceve lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 in Via Quasimodo a Ribera (Agrigento). Per informazioni e contatti: www.aranciadiriberadop.it.

Nella foto il presidente del Consorzio di tutela dell’Arancia di Ribera Dop Giuseppe Pasciuta