B&B FRUTTA VUOLE CREARE UN’OP PER RILANCIARE LA MELA VERONESE

Al via il progetto di valorizzazione della mela veronese. L’azienda B&B Frutta di Bussolengo (Verona), specializzata nella trasformazione e nella commercializzazione di prodotti ortofrutticoli, sta per concludere un progetto aggregativo per la realizzazione di una Op incentrata sulle mele, la certificazione Igp per i produttori di mela veronese che vi convergono e un marchio di qualità sulla falsariga di quelli già esistenti per le mele del Trentino.

“Tre anni fa – spiega Chiara Brentegani, responsabile Innovazione di B&B Frutta Srl, azienda di famiglia diretta dal padre Loredano, che l’ha fondata nel 1982, che esporta mele in 60 Paesi con i marchi storici ‘Rossella’ e ‘Appeal’, e di cui fa parte anche il fratello di CHiara, Fabio, sales manager – abbiamo iniziato questo processo aggregativo costituendo la cooperativa Garda Apple che è già arrivata ad un fatturato aggregato di 2,5 milioni di euro. Ne mancano ancora 500mila per raggiungere la soglia richiesta dalla legge per costituire un’Op. Dopo di che daremo il via al piano industriale”.

In funzione di quest’ultimo, B&B Frutta ha inaugurato un anno fa a Zevio, nel Veronese, un impianto di 8mila metri quadrati per la conservazione delle mele che, con le sue 28 celle frigorifere, è in grado di movimentare 15.500 tonnellate l’anno di prodotto (leggi news).

“A processo aggregativo ultimato – continua Brentegani – ingrandiremo l’impianto aggiungendo almeno altri 8mila mq adiacenti per installare delle linee di confezionamento e calibratura, avvieremo il procedimento per la richiesta di Igp e lavoreremo su un marchio di mercato di qualità che differenzi sul mercato la mela veronese”.

Il progetto della famiglia Brentegani, punta a risollevare il comparto melicolo locale che produce ogni anno più di 200mila tonnellate di prodotto, prevalentemente Granny Smith ma anche Golden e Gala. Dopo l’embargo russo il principale mercato di sbocco di questo prodotto è stato chiuso lasciando le aziende agricole praticamente alla deriva e costrette a svendere il proprio prodotto per la trasformazione industriale.

Mariangela Latella

 

Nella foto, da sinistra: Chiara, Loredano e Fabio Brentegani, in occasione dell’inaugurazione dello stabilimento di B&B Frutta a Zevio nel luglio 2017