COLDIRETTI, MONCALVO LASCIA LA PRESIDENZA, PRANDINI IN POLE POSITION PER LA SUCCESSIONE

Roberto Moncalvo lascia la presidenza nazionale della Coldiretti dopo cinque anni come previsto dallo Statuto, modificato ad inizio mandato per volontà sua e di tutta la Giunta, per favorire e garantire il rinnovamento continuo della maggiore Organizzazione agricola Europea che conta su 1,6 milioni di associati in Italia.
Nato l’8 agosto 1980 e residente a Settimo Torinese, Moncalvo da neolaureato in Ingegneria al Politecnico di Torino, ha preferito impegnarsi nell’ azienda agricola familiare. E’ stato il piu’ giovane presidente dalla nascita della Coldiretti. Moncalvo continuerà il suo impegno nell’Organizzazione, dove è entrato a far parte dal 1996 nel Movimento Giovanile, con l’elezione a presidente della Coldiretti Piemonte per i prossimi 5 anni e mantiene l’impegno a livello internazionale con la carica di Vice presidente del Copa Cogeca, l’organizzazione di rappresentanza degli agricoltori e delle loro cooperative a livello europeo.

Mercoledì 7 novembre si terrà a Roma l’assemblea elettiva. Voci sempre più insistenti danno Ettore Prandini, attuale vicepresidente nazionale, nonché presidente di Coldiretti Brescia e di Coldiretti Lombardia, in pole position per la successione alla presidenza: è il suo infatti il nome più accreditato per guidare l’organizzazione dei coltivatori.

 

Nella foto, da sinistra: Ettore Prandini e Roberto Moncalvo