THE ROME TABLE, PRIMA GIORNATA DI BUSINESS DEL B2B FITTA DI INCONTRI

Un’intensa giornata di business ha inaugurato la seconda edizione di The Rome Table, il B2B internazionale che ha per focus l’incremento dell’export dell’ortofrutta italiana mondo, in corso (fino a domani) al Parco dei Principi, nella capitale, alla presenza di 60 aziende italiane e una trentina di buyer esteri certificati, provenienti da Austria, Francia, Polonia, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera, oltre che da Arabia Saudita, Brasile, Canada, Egitto, India e Stati Uniti.

L’evento, che gode della partnership di Italia Ortofrutta Unione Nazionale, FruitImprese, Confagricoltura e Italmercati e del supporto di ARSIAL, CAR, Euler Hermes e Fedagromercati, ha fatto registrare un forte interesse in particolare per alcune produzioni a partire da uva da tavola e kiwi (verde e giallo), oltre che per alcune varietà di ortaggi tipici del nostro Sud e del Lazio, come zucchine, melanzane e cavolfiori. I buyer esteri si stanno misurando con aziende che complessivamente contano per il 30% della produzione italiana di kiwi (da Salvi a Mazzoni, a Jing Gold, ad alcuni iper-specialisti di prodotto), con una buona rappresentanza di aziende produttrici di uva da tavola, alcune vocate all’innovazione come Grape&Grape, con un grande produttore di arancia rossa come Rosaria, con alcune produzioni di nicchia rappresentate dal primo produttore italiano di fichi d’India come La Deliziosa, uno specialista della melagrana come Masseria Fruttirossi, un grande specialista di ciliegie e un altro di radicchio rosso; una decina di aziende produttrici di bio, OP di Centro e del Sud.

Soddisfatto il partner e sponsor Euler Hermes, una delle principali società mondiali di certificazione del credito, con una importante filiale a Roma e un fatturato globale superiore ai 2 miliardi e mezzo di euro (dato 2016), che ha analizzato le aziende di tutti i buyer esteri presenti a Roma, promuovendone l’affidabilità economico-finanziaria, e ha verificato anche l’ottimo profilo delle aziende italiane.

Ecco dunque venir fuori l’identità principale di The Rome Table: un evento che mette insieme aziende selezionate e che cerca di dare, in incontri a tu per tu di 20 minuti, senza le distrazioni di una fiera, opportunità di business a tante eccellenze ortofrutticole nazionali ancora alla ricerca di una loro consacrazione internazionale. La presenza di catene straniere presenti in Italia, come Auchan, è stata una scelta che ha incontrato notevole interesse. Si tratta di realtà note assai più, per esempio, dei buyer dei Paesi lontani come gli indiani di  NGK Trading e Yupaa, l’americana Salix Fruits, la canadese Fresh Direct Produce, gli arabi Al Bkrawe e Binzagr, la brasiliana Estacao Sabor, l’egiziana Fresh Fruit&Co, ma altrettanto e, in alcuni casi, più importanti in termini di opportunità di business.