MINGUZZI CELEBRA IL PINK LADY DAY CON 50 BAMBINI

Porte aperte lunedì scorso ai frutteti e agli impianti della Op Minguzzi di Alfonsine (Ravenna) in occasione della seconda edizione del Pink Lady®Day, evento organizzato da APLE-Associazione Pink Lady® Europa, per incontrare i protagonisti e i valori di un modello virtuoso di produzione frutticola.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questa seconda edizione del Pink Lady®Day – dice Giancarlo Minguzzi, presidente OP Minguzzi, che ogni anno produce e commercializza dai 60 ai 70mila quintali di mele Pink Lady – perché da sempre crediamo in questo progetto che ha fatto della sostenibilità e della riduzione del consumo delle risorse naturali la propria mission. Facciamo parte dei 15 distributori europei autorizzati alla commercializzazione di questa varietà e quasi tutta la nostra produzione è concentrata in provincia di Ravenna. Rispondiamo in pieno ai criteri del modello Pink Lady: territorialità, aziende agricole di piccole dimensioni, frutteti a misura d’uomo regolarmente curati e rinnovati, un rigido presidio della qualità”.

In occasione del Pink Lady®Day la OP Minguzzi ha ospitato nei frutteti di Rossetta e nei propri impianti di Alfonsine una cinquantina di bambini della scuola materna “Cristo Re” di Alfonsine accompagnati dalle insegnanti e da molti genitori. Nei frutteti in piena raccolta i bambini si sono divertiti a staccare alcuni frutti e poi in magazzino hanno assistito alle operazioni di calibratura delle mele. “Siamo davvero entrati nel cuore dei nostri frutteti – conclude Giancarlo Minguzzi – come recita il claim di questa giornata. Una occasione unica e altamente educativa per questi giovani di avvicinarsi a un frutto unico per il suo colore, per il gusto e per il concreto impegno di responsabilità sociale. Una vera e propria filiera equo-solidale tutta made in Italy”.