DI PISA (FEDAGRO): “CREARE SISTEMA COESO PER VALERE DI PIÙ IN ITALIA E IN EUROPA”

Creare un sistema coeso ed efficiente a tutela del socio e a vantaggio della qualità finale del prodotto è tra gli obiettivi principali che si propone la la Federazione Nazionale delle Associazioni degli Operatori all’ingrosso agro-floro-ittico-alimentari, Fedagromercati. Un’idea che nel breve e medio termine viene perseguita percorrendo percorsi distinti e complementari.

Oggi è stato presentato a Bruxelles il ‘Manifesto dei Grossisti ortofrutticoli europei (leggi news): “Abbiamo trovato una sintesi con i colleghi spagnoli e francesi e preparato un documento all’interno del quale sono illustrate le precarietà e le necessità del settore, poiché abbiamo constatato che le problematiche riscontrate in Italia sono le stesse di quelle presenti in altri Paesi”, ha spiegato al Corriere Ortofrutticolo il presidente di Fedagromercati Valentino Di Pisa (nella foto).  “L’obiettivo che ci proponiamo – ha continuato – è affrancare il ruolo dei grossisti all’interno dei Mercati, una funzione talvolta sottovalutata, e dare un valore etico al nostro lavoro quotidiano”. Il manifesto è solo il primo passo di un progetto condiviso che porterà gli operatori dei Mercati all’Ingrosso europei a presentare nuove proposte di fronte ai tavoli della politica comunitaria.

Una seconda strada intrapresa dall’associazione dei Grossisti è l’accordo con Italmercati – Rete d’impresa di qualche mese fa: “La nostra priorità è contribuire a creare un ‘sistema mercato’ riconosciuto a livello nazionale ed europeo. I rappresentanti degli enti gestori dei Centri Agroalimentari hanno già fatto un importante passo in ottica di sistema – ha sottolineato Di Pisa -; noi da parte nostra lo avvaloriamo attraverso la sottoscrizione di questo manifesto ma ciò non significa in alcun modo che vogliamo intraprendere un percorso autonomo, anzi, vogliamo essere in sintesi con loro. Noi siamo arrivati con tempi un po’ più lunghi ma l’obiettivo è lo stesso”.

L’intesa dunque va avanti: tra i primi risultati raggiunti c’è l’istituzione del marchio di qualità uniforme e univoco per tutti i Mercati ortofrutticoli denominato ‘Città del Fresco’. “Sotto l’egida del Mipaaft – ci spiega a riguardo il presidente di Fedagromercati – abbiamo concluso il primo passo per la certificazione delle strutture mercatali, quello successivo sarà certificare le singole aziende al loro interno”.

Infine, “condividere nuovi obiettivi, aprire ulteriori mercati e sviluppare progetti di logistica integrata e alternativa al trasporto su gomma sono l’idea alla base del protocollo di intenti firmato di recente con FederLogistica”, ha concluso Di Pisa.

Chiara Brandi