VERONA, I NUMERI DEL COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO: FATTURATI IN CRESCITA

Cresce il settore ortofrutticolo veronese. Secondo i dati diffusi dall’inserto Top 500 pubblicato dal giornale L’Arena nell’edizione odierna, il comparto gode di buona salute, con una redditività aumentata del 13,7%. Il settore, nel territorio scaligero, stando ai numeri del database con i bilanci relativi a 113 società costituiscono un fatturato aggregato di 1.275 milioni di euro nel 2017, in crescita del 6,61% sui conti relativi all’anno precedente. Le top 10 del settore nel 2017 hanno registrato un incremento medio del fatturato dell’8,99%: solamente per tre aziende i numeri del giro d’affari appaiono in calo, mentre tra le altre tre si rilevano prestazioni in crescita a due cifre.

Nella top ten scaligera al primo posto c’è Eurogroup con 281.771.232 euro di fatturato nel 2017. Seconda piazza per Greenny Ard Fresh Italy con 144.411.504 euro di fatturato. Sul gradino più basso del podio c’è Villafrut con 63.852.624 euro. Seguono Garden Frutta (48.679.160 euro), Aziende Agricole Gic (42 milioni di euro), Bruno srl (39,1 milioni), Op Del Garda (35 milioni), Perusi (23,1 milioni), Frutta C2 (21,7 milioni), Euroverde (21,1 milioni).

Per quanto riguarda il commercio all’ingrosso, le top 10 rappresentano ben il 98,8% del totale. si tratta complessivamente di 42 bilanci, dei quali sei presentano un fatturato relativo al 2017 superiore a 10 milioni di euro.Il complesso dei 42 bilanci del settore presenta nel 2017 un fatturato aggregato di 497 milioni di euro, in crescita del 4,93% rispetto al dato registrato nel 2016. Le top 10, rappresentate in tabella, hanno visto crescere il fatturato mediamente del 4,15%; osservando le singole variazioni si nota tuttavia come tre società abbiano avuto un calo nel fatturato mentre per altre tre aziende la crescita sia a due cifre.
Al vertice c’è EcorNaturasì con 312.123.136 euro di fatturato, seguito da Brio, quest’ultima specializzata nell’ortofrutta.

Nel database del settore del commercio al dettaglio sono presenti 49 bilanci di aziende veronesi appartenenti al comparto, che rilevano un fatturato complessivo 2017 di 6.242 milioni di euro, in crescita del 9,07%. Le top 10 presentano una crescita del fatturato del tutto in linea con il resto del settore (del quale del resto costituiscono il 98,8%). Le grandi aziende del settore hanno poi investito durante il 2017 (totale attivo +7,87%) e incrementato decisamente il patrimonio netto (+12,35%).

Al top c’è Maxi D (che raggruppa tra le insegne Famila, Di Più, A&O) con oltre due miliardi di fatturato 2017 (2.007.065.088 euro), seguito da Spesa intelligente (Eurospin) con due miliardi di fatturato (2.000.700.928 euro), e, più staccato, Tosano con 783.892.992 euro. Seguono Rossetto, Migross, Martinelli, Shopsì, Frac, Grisi e Sama Frutta.

(fonte: L’Arena)